PARMA-GENOA 1-2 – PARMA, E’ BUIO PESTO

genoa-evidenzaI nervi, i tanti errori, la beffa nel finale, per il Parma è davvero buio pesto. I crociati hanno giocato forse la più brutta gara degli ultimi anni: una quantità incredibile di errori, molta confusione e troppa tensione dovuta al periodo non felice dal punto di vista dei risultati. Tutto questo ha fatto il gioco del Genoa, squadra che pressa a tutto campo e cerca di distruggere le trame degli avversari, anche se fin troppe volte erano gli stessi crociati a regalare loro il pallone. Nonostante tutto il Parma era riuscito a raddrizzare il gol di svantaggio con un colpo di petto di Coda, che ha segnato così il secondo gol in Serie A, ma un errore di Lucarelli quando ormai la partita sembrava finita ha vanificato il tutto. Quinta sconfitta in sei partite, sedicesimo gol subito, ed una sosta per le gare delle nazionali durante la quale il Parma dovrà per forza lavorare duro, perchè così proprio non va.

LA FORMAZIONE: Confermato il 4-3-3 per il Parma, e come spesso accade la formazione scelta da Donadoni rispecchia per 10/11 la probabile formazione di ParmaFanzine.it. La sorpresa è Lucas a centrocampo, con Jorquera che si accomoda in panchina. Mendes e Gobbi sulle fasce in difesa, con Lucarelli e Felipe al centro; Lodi in cabina di regia, con Mauri e Lucas ai suoi lati; Cassano, Coda e De Ceglie in attacco.

LA PARTITA: Del Genoa di Gasperini si è detto spesso che è una squadra che riesce a far giocare male i propri avversari. Se a questo si aggiunge il nervosismo per una partita che ha un’importanza decisiva, il primo tempo del Parma è servito. Sono infatti tantissimi gli errori da parte dei crociati (Lucas all’esordio ha sbagliato molti appoggi in maniera troppo goffa), con Cassano in avanti a predicare nel deserto. Eppure la gara si era messa bene già dopo 60”, quando Sturaro (uno dei centrocampisti più tignosi degli ospiti) è costretto a lasciare il campo per una distorsione al ginocchio. Al 10′ è però il Genoa a rendersi pericoloso con Matri che da due passi scaglia il pallone fuori a Mirante battuto. Il Parma prova a reagire, ma nella maggior parte dei casi gli sforzi sono vanificati da errori banali da parte dei centrocampisti. Il Genoa è una squadra che pressa a tutto campo, ed il terreno di gioco non era in perfette condizioni, ma non sono due giustificazioni sufficienti per i molti sbagli da parte dei crociati. E’ Coda a cercare di dare la carica ai suoi, in ben due occasioni con altrettante conclusioni da fuori: in entrambe è però bravo Perin a salvare la sua porta. Gli ospiti invece si sono resi pericolosi soprattutto in contropiede,  soprattutto (sembra assurdo) dopo i corner battuti dai crociati, che devono ringraziare Matri e Lestienne per aver sciupato delle occasioni decisamente ghiotte. La conclusione più pericolosa per gli uomini di Donadoni è di Mauri, che con un tiro a giro sfiora l’incrocio dei pali. Le squadre vanno dunque al riposo sullo 0-0, dopo una prima frazione di gioco decisamente rivedibile.
Il secondo tempo si apre senza nessun cambio per le due squadre. E’ ancora però il Genoa ad attaccare, con un Parma ancora bloccato psicologicamente. E’ allora la squadra di Gasperini a rendersi pericolosa al 6′ con Bertolacci, per poi trovare il vantaggio un minuto dopo: Perotti si infila in area e con un rasoterra batte Mirante, che in questo caso non è esente da colpe. Donadoni allora decide di cambiare: fuori Lodi e dentro Jorquera. Un minuto dopo il Genoa si ritrova però in dieci uomini, con Roncaglia che intercetta un pallone con la mano e si becca così il secondo giallo. Donadoni decide allora di aumentare il potenziale offensivo, inserendo Belfodil al posto di De Ceglie. Il Parma però è troppo “pasticcione”, fatica ad imbastire azioni offensive degne di nota ed è ancora il Genoa con Perotti a sfiorare il gol, con Mirante che salva con un miracolo. L’ennesimo pericolo corso dalla difesa del Parma da forse la sveglia ai crociati, che si lanciano sulla sinistra con Gobbi che crossa dal fondo, e Coda di petto appoggia in rete pareggiando i conti. Il gol dà maggiore sicurezza al Parma, ma non cancella la brutta partita dal punto di vista degli errori individuali, che proseguono e persistono durante tutti i 90′. Entra anche Galloppa al posto di Mauri, ma la gara è caotica, e di conseguenza molto brutta. Al 33′ è Lucas che sfiora il primo gol in Italia con un tiro al volo, ma è un fulmine nel bel mezzo di tanti contrasti, molti falli e qualche cartellino (ammoniti Lucarelli e Gobbi per il Parma, Antonelli e Matri per il Genoa). Ma proprio quando il Parma pensava di aver portato a casa almeno un punto, arriva la doccia fredda targata Lucarelli, che perde goffamente un pallone, e Matri, che si fa servire e da due passi regala i tre punti per il Genoa. Per il Parma è buio pesto.

IL FILM DEL PRIMO TEMPO:

1′ – Il Parma è in campo con un 4-3-3. De Ceglie nel trio d’attacco.
3′ – Sturaro (Genoa), dopo soli 60” si è infortunato al ginocchio e deve lasciare il campo. Cambio dunque, al suo posto entra Antonini.
7′ – In una sola azione 9 errori di seguito da parte delle due squadre. Non è una bella partita finora.
10′ – PERICOLO!!! Perotti crossa rasoterra, Matri da due passi spara fuori!
16′ – Bella azione personale di Coda, che mette giù un lancio di Lodi e prova il tiro, Perin blocca a terra.
21′ – GIOIELLO DI CASSANO PER CODA, il suo tiro viene deviato in angolo!
22′ – Dal corner come spesso accade parte il contropiede degli avversari, fortunatamente Matri cicca il pallone da due passi e spara fuori.
30′ – Tanti, troppi errori in fase di impostazione da parte del Parma.
34′ – Giallo per Roncaglia per un fallo su Lucas. L’arbitro ha prima concesso il vantaggio, e poi a gioco fermo ha ammonito il giocatore rossoblù.
35′ – Siamo i suoi primi fan, ma Lucas ha sbagliato una quantità importante di passaggi.
39′ – ANCORA CODA!! Stop a seguire molto bello, tiro a mezza altezza che Perin devia in angolo!
40′ – GOBBI SALVA IL PARMA!! Ancora un contropiede subito dopo un calcio d’angolo, e Gobbi in scivolata stoppa il tiro di Matri!
43′ – MAURI SFIORA IL GOL!!!! Grandissimo tiro diretto all’incrocio, il pallone esce di un soffio!!!
45′ – 2 minuti di recupero.
47′ – Finisce il primo tempo. 0-0 il risultato, partita brutta con moltissimi errori soprattutto da parte del Parma.

IL FILM DEL SECONDO TEMPO:

1′ – Si riparte!
6′ – Ci prova Bertolacci da fuori area, pallone a lato.
7′ – Si prepara Jorquera.
7′ – Gol del Genoa. Perotti con un rasoterra a fil di palo batte Mirante. Parma-Genoa 0-1
8′ – Fuori Lodi dentro Jorquera.
9′ – ESPULSO RONCAGLIA, GENOA IN DIECI. Secondo giallo per il difensore del Genoa, cartellino rosso per lui.
13′ – Gasperini corre ai ripari: dentro Izzo, difensore, fuori Lestienne.
14′ – Cambio anche per il Parma, fuori De Ceglie, dentro Belfodil.
15′ – MIRANTE NE HA PARATA UNA!!! Colpo di testa da due passi e Mirante salva di piede con un miracolo!
21′ – Cross di Gobbi dal fondo, e Coda di petto segna da due passi!!!!! Parma-Genoa 1-1
27′ – Sta per uscire Mauri, al suo posto entrerà Galloppa.
29′ – Ammonito Lucarelli per un fallo su Matri. Il Capitano aveva preso il pallone, ma l’intervento era da dietro.
30′ – Ammonito Matri per un fallo di reazione su Mendes.
33′ – LUCAS SFIORA IL GOL!!! Bell’azione del Parma, Lucas scambia con Coda e al volo sfiora l’incrocio!
36′ – Ammonito Gobbi per una trattennuta ai danni di Rincon.
36′ – Altro cambio per il Genoa, fuori Perotti, dentro Kucka.
43′ – Ammonito Antonelli per un intervento su Lucas.
45′ – 4 minuti di recupero.
48′ – Gol del Genoa, errore di Lucarelli e per Matri è fin troppo facile farsi servire e segnare il gol decisivo. Per il Parma è buio pesto. Parma-Genoa 1-2
49′ – Termina la gara. Il Genoa (in dieci dal 7′ del secondo tempo) passa nel finale dopo un errore di Lucarelli, con Matri che punisce un Parma brutto e troppo impreciso. Parma-Genoa 1-2

L’Editorialista