PARMA-FIORENTINA 2-2 – Il Parma fa 13 con qualche rammarico, ma che personalità!

Il Parma fa 13, ed è una buonissima notizia. Il Parma non è inferiore alla Fiorentina, ed è una notizia altrettanto buona. Ingeneroso trovare sbavature nella prestazione di una squadra che ha giocato alla pari e a tratti ha imbrigliato una squadra del calibro della Fiorentina, ma non aver chiuso la partita quando, sul 2-1, i crociati si sono trovati con un uomo in più (espulso Diakitè al 7′ del secondo tempo) lascia qualche rammarico agli uomini di Donadoni. Importante però sottolineare l’ottima prestazione, con una difesa che ha retto bene ed è stata battuta nel finale da una punizione magistrale di Mati Fernandez; note liete anche da Amauri, in una condizione strepitosa, da Molinaro che dimostra di essere decisamente qualcosa di più di un semplice rincalzo, e dalla squadra in generale che ha dimostrato di avere quella personalità che tanto è stata cercata negli ultimi mesi. Certo, il risultato lascia un po’ l’amaro in bocca, ma non ce la sentiamo davvero di rimproverare nulla nè all’allenatore, nè alla squadra. Il Parma quindi continua la sua corsa verso il sogno europeo, perde qualche punticino nei confronti del Verona, ma dimostra di essere vivo come non mai.

parmafiorentinaformazioniLA FORMAZIONE: Donadoni sceglie esattamente l’undici previsto da ParmaFanzine.it in mattinata. Un po’ a sorpresa (ma nemmeno troppo) è il modulo ad essere diverso: niente 3-5-2, a favore di un 4-3-3 con Cassani e Molinaro sulle fasce, con Lucarelli e Paletta in mezzo. A centrocampo Donadoni restituisce la chiavi della manovra a Marchionni, accompagnato da Parolo e Gargano. Davanti il trio Amauri-Cassano-Biabiany, con il brasiliano che torna al centro dell’attacco.

LA GARA: Partita aperta, quindi. Con le due squadra che si affrontano con un modulo speculare, è inevitabile che a guadagnarci sia lo spettacolo. Ed infatti il primo tempo è molto divertente, magari non ricco di occasioni da gol, ma i capovolgimenti di fronte sono all’ordine del giorno. Ad iniziare bene è il Parma, che ha subito un’occasione con Amauri, che però viene anticipato in area di rigore. Al 10′ sale in cattedra la Fiorentina, grazie alle geometrie e l’intelligenza di Borja Valero e Pizarro. La folata viola, però, termina dopo poco, quando sono di nuovo i crociati a prendere in mano il gioco. Le squadre si allungano fin da subito, e la gestione della partita assomiglia molto ad uno scambio tennistico: Parma e Fiorentina si scambiano il pallino del gioco continuamente, mettendo in atto un duello senza esclusione di colpi. E proprio alla fine della prima frazione arrivano i fuochi d’artificio: prima Cassano porta in vantaggio i crociati dopo una splendida azione personale di Amauri che gli offre un assist al bacio, e poi però è bravo Cuadrado a pareggiare dopo un minuto, finalizzando un’azione di contropiede scolastica ma davvero efficace. Primo tempo che quindi si chiude sull’1-1, risultato tutto sommato giusto per quello che si è visto nel primo tempo. In avvio di secondo tempo, però, la partita ha una svolta che passa dal fischietto di Gervasoni. L’arbitro mantovano prima fischia un rigore per il Parma per un calcione netto di Tomovic su Biabiany: dal dischetto va Amauri che non sbaglia. Pochi minuti dopo Diakitè scalcia Cassano a centrocampo, ammonizione giusta ma per il giocatore viola è il secondo giallo: Fiorentina dunque in dieci uomini. La partita del Parma, quindi, sembrerebbe in discesa, ma ha il problema di chiudere la gara, mentre Montella non ci sta e anzi inserisce Mario Gomez e Ilicic per cercare di recuperare il risultato. I crociati, con Amauri, hanno anche la palla giusta per chiudere il match, ma ci pensa un Super Neto a salvare con un autentico miracolo. Il Parma però non riesce a chiudere la gara, e nel calcio si sa come vanno a finire queste cose, soprattutto se di fronte hai una squadra del calibro della Fiorentina. Ed è proprio grazie ad un episodio, una punizione dai 30 metri, che i viola raggiungono il pareggio: Mati Fernandez segna uno splendido gol battendo un incolpevole Mirante al 39′. I crociati non ci stanno, e provano a riacciuffare i tre punti, con Palladino che di testa sfiora il gol. Alla fine c’è spazio solo per una scaramuccia tra Munari e Borja Valero, che vengono spediti negli spogliatoi con un rosso a testa. Dopo 4′ di recupero, non c’è più tempo per le speranze dei crociati, che comunque ottengono un buon punto, anche se si trascinano qualche rammarico.

parmafiorentina1IL FILM DEL PRIMO TEMPO:

5′ – Le due squadre si affrontano a viso aperto senza timori.
7′ – Bellissima palla di Marchionni per Amauri in piena area di rigore. Anticipato di un soffio dopo un ottimo stop.
13′ – Pericolosissimo Cuadrado dal limite di destro. La Viola preme.
15′ – Da almeno 5 minuti la Fiorentina è padrona del campo. Pizarro monumentale a centrocampo.
19′ – Break del Parma con un tiro di Amauri da dentro l’area. Troppo debole, nessun problema per Neto
23′ – Cross basso di Parolo. Troppo sotto il portiere, Neto interviene.
26′ – Ammonito Diakite per fallo su Cassano.
27′ – Bellissima azione del Parma, orchestrata da Cassano, velo di Marchionni e Biabiany spara fuori!
30′ – Fallo di Molinaro su Aquilani nei pressi dell’area di rigore, primo giallo per il Parma.
37′ – Cuadrado ci prova da fuori, pallone ampiamente a lato dopo una deviazione di un giocatore crociato.
39′ – Grandissima azione di Amauri, stop in area, dribbling sul difensore, cross in mezzo, velo di Biabiany e Cassano non può sbagliare!!! Parma in vantaggio!!!
40′ – Matri riceve da Borja Valero, cross rasoterra in mezzo che attraversa tutta l’area, Cuadrado da posizione decentrata non fallisce. Pareggio viola.
46′ – Dopo un minuto di recupero l’arbitro manda i giocatori negli spogliatoi.

parmafiorentina2IL FILM DEL SECONDO TEMPO:

4′ – Dopo una splendida azione del Parma, Biabiany viene colpito da un calcione di Tomovic, RIGORE SOLARE., decretato da Gervasoni!
5′ – Amauri su rigore non sbaglia! Parma ancora in vantaggio!
7′ – DIAKITE ESPULSO!!! Fallaccio su Cassano a centrocampo, seconda ammonizione per lui! Fiorentina in 10!!
8′ – Giustissima l’ammonizione per Diakite, e il rigore per il Parma era nettissimo, giusto per chiarire. Ma che a fischiarlo sia Gervasoni ci sembra un po’ strano. Rimaniamo ancora in attesa dell’apocalisse.
10′ – Fallo di Gargano su Borja Valero, giallo per lui.
12′ – Si prepara Mario Gomez per la Fiorentina.
13′ – Fuori Joaquin, entra Mario Gomez per i viola.
14′ – Mirante dribbla in area. Abbiamo perso 40 anni. Per gamba.
16′ – Ci prova Marchionni da fuori, pallone ampiamente a lato.
20′ – INCREDIBILE NETO!!! Prima para su Cassani, e poi salva incredibilmente su Amauri con un miracolo, Parma vicino al terzo gol!
28′ – Ci prova Pizarro da fuori, pallone in curva.
34′ – Fuori Marchionni e dentro Munari.
36′ – Dentro Schelotto, fuori FantAntonio che si becca la standing ovation del Tardini!
39′ – Gol di Mati Fernandez su punizione. Onestamente: un grandissimo gol. I viola raggiungono il pareggio.
41′ – Fuori Biabiany dentro Palladino.
42′ – Bellissima azione del Parma, scambio tra Palladino e Parolo, pallonetto per la testa del neo entrato con il pallone che esce a lato!
45′ – 4 minuti di recupero.
46′ – Fallo di Paletta a centrocampo, ammonizione per lui.
48′ – Espulsi Munari e Borja Valero per una rissa prima della battuta del calcio di punizione per i crociati!
49′ – L’arbitro fischia la fine dell’incontro. Parma e Fiorentina pareggiano 2-2.

L’Editorialista