Parma-Fiorentina all’arbitro Gervasoni: quanti brutti ricordi…

gervasoniarticoloIl 26 settembre scrissi su queste pagine: se Braschi evita di mandarci Gervasoni per una decina d’anni ci fa un grande favore“. Non che sperassi che le mie preghiere venissero esaudite dal designatore arbitrale… E infatti, dopo aver letto le designazioni per Parma-Fiorentina, ecco la lieta (si fa per dire) sorpresa: sarà proprio Gervasoni ad arbitrare il match tra i crociati e i viola, in programma lunedì sera al Tardini.

La storia del Parma insegna che Gervasoni, quando vede la maglia crociata, non è molto fortunato, per usare un eufemismo. Basti pensare a quel famoso Inter-Parma, quando decise di espellere Fernando Couto per un fallo di mano che il regolamento chiaramente definisce involontario, decretando il rigore che spianò la rimonta ai nerazzurri. Anche in questo campionato Gervasoni è riuscito a fare il suo: durante Parma-Atalanta riuscì a far spazientire l’intero Tardini dopo una serie di cartellini estratti un po’ a casaccio, tutti ai danni del Parma. La cosa peggiore fu vedere come lo stesso arbitro mantovano diede ragione al pubblico, esercitando una compensazione indecente e gratuita: dopo qualche coro della curva, resosi conto di aver probabilmente esagerato, si dedicò a sventolare cartellini gialli ai danni di giocatori atalantini al minimo contrasto.

La scelta di Braschi, a mio modo di vedere, è davvero molto poco fortunata. Soprattutto dopo tutte le polemiche che negli ultimi giorni sono spuntate come i funghi nei vari quotidiani, con la Fiorentina che si è vista danneggiata dagli arbitri e che chiede rispetto. Da una parte i crociati, che vogliono continuare la loro serie positiva, e che con Gervasoni hanno più di un brutto ricordo; dall’altra una squadra che a più riprese ha sostenuto di essere stata danneggiata, e che quindi guarderà con la lente d’ingrandimento l’operato dell’arbitro mantovano. In mezzo ci sarà lei, signor Gervasoni, con il fischietto in mano: auguri, speriamo che smentisca le nostre paure.

L’Editorialista