PARMA, FERIE E RIPOSO? NON PER TUTTI – C’È CHI È ANCORA AL LAVORO TRA ALLENAMENTI, CURE E RAPPRESENTATIVE

Il rompete le righe dopo il triplice fischio finale di Parma-Sammaurese ha dato il via alla sette giorni di vacanze che i crociati, dopo un girone d’andata a tutto gas, utilizzeranno per guazzo-pre-rovigostaccare un po’ la spina prima di un altrettanto importante girone di ritorno. Ferie e riposo, dunque, ma non per tutti. C’è infatti chi è ancora a Collecchio a lavorare, come ad esempio Guazzo, Benassi, Giorgino, Traykov, Lauria e Musetti. A parte forse Lauria, gli altri sono alle prese con i rispettivi problemi fisici, ed hanno optato per posticipare (e di fatto accorciare) le proprie ferie per cercare di recuperare il prima possibile dal proprio infortunio. Mentre il resto della ciurma ha raggiunto le proprie famiglie o eventualmente alcune mete turistiche, c’è dunque chi è rimasto a Collecchio a sudare e lavorare per sfruttare al meglio questa sosta. Stesso  discorso per Longobardi, che sta proseguendo la riabilitazione nella “sua” Cesena.

Se per Guazzo e compagnia è un problema fisico il “colpevole” di queste ferie accorciate, per qualcun’altro ci ha pensato Augusto Gentilini. Il selezionatore della Rappresentativa di Serie D, infatti, ha convocato Saporetti e Simonetti per uno stage che durerà fino al 23 dicembre. Anche per i due giovani crociati, dunque, le ferie inizieranno con un paio di giorni di ritardo, come del resto per le crociate Stella Botti, Johara Boselli, Greta Domeniconi, Paola Morandi, Giulia Rossi e Nicole Spagnolo, convocate dalla Rappresentativa Regionale Femminile.