PARMA, ECCO SCOZZARELLA: “VOGLIO FARE QUALCOSA DI IMPORTANTE IN QUESTA SOCIETA'” – VIDEO

Questo pomeriggio il Parma ha presentato il suo primo acquisto, Matteo Scozzarella, arrivato dal Trapani. Ad introdurre il nuovo regista crociato è stato Daniele Faggiano.

Ecco il video e la trascrizione della conferenza stampa:

DANIELE FAGGIANO: “Vi presento il nuovo arrivato in casa Parma. Lo conoscete tutti, posso solo dire che abbiamo fatto tutti un sacrificio nel senso economico, ed anche di stress perchè la trattativa non era semplice, e finalmente abbiamo portato a casa un giocatore a cui tenevamo. Fondamentale è stata la volontà del giocatore di scendere di categoria, perchè se nel giocatore non avessi sentito la voglia di scendere di categoria non avrei mai fatto l’affare. Sono orgoglioso di aver portato Scozzarella a Parma, penso che ci possa dare una mano nel tempo. Lui viene motivato e convinto dal Parma. Parma è Parma. Con tutte le società con cui ho lavorato mi sono sempre lasciato bene. Se non avesse firmato con noi Scozzarella aveva altre squadre pronte a pagare. Non sistemo dei rapporti con dei soldi, come ho letto da qualche parte, e sono anche un po’ stanco. Se qualcuno ha scritto che devo ripagare la mia ex società con dei soldi può darsi che lui sia abituato così, io non sono abituato”.

MATTEO SCOZZARELLA: Questa trattativa nasce dalla volontà mia di fare qualcosa di speciale lontano dal Trapani che mi aveva già dato tanto. Abbiamo già lavorato in passato io e Faggiano, ci siamo trovati bene. Conosco pochi compagni personalmente, ma il Parma l’ho seguito. È inevitabile che una società come Parma incuriosisca. Ho una grande considerazione di quello che è questa società. La mia è una voglia di fare una cosa importante per una società importante, e per delle persone che hanno dimostrato di credere in me. Abbiamo avuto dei momenti di riflessione tutti quanti, ma non ho mai avuto dubbi sul fatto di venire a Parma per la categoria in cui gioca. A Trapani l’esperienza è stata molto positiva, abbiamo fatto cose molto belle, quest’anno però c’è stata qualche difficoltà ed il rapporto è venuto un po’ meno, ma fa parte della storia del calcio. Devo comunque ringraziare Trapani, mi ha dato la possibilità di togliermi delle soddisfazioni. Lo ricorderò per sempre, perchè lì ho fatto esperienza che mi sarà utile anche qui. Sono cresciuto dell’Atalanta, e penso che sia una società eccellente per il senso di appartenenza che ti dà sin da giovane. Al di là del livello tecnico ti danno questa grossa formazione che rivedo in tutti i ragazzi che sono stati lì. I riferimenti di tutti sono giocatori come Pirlo, Iniesta, Busquets, ma io adoravo un giocatore come Pizarro che per caratteristiche si avvicina al mio modo di giocare. Al di là dell’andamento del calendario, e credo che sia normale di avere periodi positivi e negativi, il fatto che nell’ultimo periodo la squadra ha recuperato punti nell’ultimo periodo vuol dire che c’è molta qualità. Il playmaker è il ruolo che preferisco fare, ma se serve spostarsi per il bene del Parma lo faccio volentieri. Non ho ancora scelto il numero. ma non è mai stato un problema”