PARMA, ECCO GUAZZO: “SONO UN PO’ MATTO… C’È CONCORRENZA MA ME LA GIOCO CON TUTTI” – VIDEO

Dopo essersi unito ieri pomeriggio alla sua nuova squadra, fresco di firma sul contratto che lo legherà al Parma in questa stagione (con una stretta di mano per il prossimo anno), il nuovo arrivato Matteo Guazzo si è presentato oggi alla stampa.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole, raccolte dal nostro microfono:

Arrivo a Parma con grande spirito e con la grande voglia di dare il mio contributo a questa società gloriosa. Ho fatto una carriera in cui i primi anni ho giocato in Interregionale, vincendo anche qualche campionato, e da dieci anni giro nei professionisti in piazze importanti dove ho raggiunto obbiettivi importanti. Ero arrivato in Serie B, era il mio sogno, ma purtroppo nel calcio ti puoi aspettare qualsiasi cosa, sono cambiate alcune cose, e quando mi è arrivata questa proposta da Parma sinceramente l’ho valutata subito con la testa giusta. È una piazza alla quale è difficile dire di no. La concorrenza? Arrivo in un gruppo che è vero che ha iniziato tardi
guazzoma ho visto subito un gruppo affiatato, che sta crescendo anche con i risultati.
Quando si vince tutto va bene, e c’è grande spirito di sacrificio in tutti i ragazzi. Ho visto delle cose belle, un ambiente sano, bello, e mi hanno accolto molto bene. Ho giocato per sette anni al sud, quindi ho giocato in piazze importanti, davanti a tanta gente. A Salerno c’erano 25mila spettatori, quindi i tanti abbonati del Parma non sono un problema, anzi, è un motivo d’orgoglio. Mi carico ancora di più andando in campo, quando ho visto la curva del Parma, tutti gli abbonati e il resto, sono stato ancora più invogliato a scendere di due categorie per venire qui con un obbiettivo importante per me”.

Fisicamente ho avuto qualche problemino, ma ho fatto il ritiro benissimo, anzi, stavo andando anche molto forte perchè ho giocato in Coppa Italia a Cagliari, e stavo bene. Mi manca un po’ il ritmo partita, però penso che se il Mister mi chiamerà in causa anche in poco tempo potrò dare il mio contributo. La Serie D l’ho fatta dieci anni fa, ed era importante e tosta, non come quella di adesso che forse, come tutte le categorie, è calata un po’. Ma è un campionato difficile da vincere se non ci vai con la testa giusta. Ho scelto Parma perchè è una società che deve levarsi subito da queste categorie, deve subito ripartire, so che c’è un grande progetto, l’ho sposato per due anni e sono contento di questa scelta. Quindi c’è già un accordo per il prossimo anno? Sicuramente, io ho fatto degli accordi importanti perchè sinceramente io vengo perchè ho voglia di ripartire, ma ci sono delle condizioni. So che nei dilettanti c’è il contratto annuale, e quindi va bene così. Andiamo anno dopo anno e poi vediamo i risultati”.

guazzo2Sono un centravanti atipico, mi piace molto svariare, mi piace attaccare la profondità, e sono un po’ estroso. Tiro da ovunque, sono un po’ matto. Dicono che ho dei colpi importanti, sfrutto le mie caratteristiche al meglio, e so che qui c’è grande qualità. Mi piace giocare a calcio, ho qualità importanti che posso mettere al servizio di questa squadra. Se si gioca a due davanti posso giocare con una prima punta vicina. Batto anche i calci piazzati, quando capita. Il mio obbiettivo stagionale è quello del gruppo, ovvero uscire subito da questa categoria perchè non ci compete. Voglio fare i gol per portare il Parma dove merita, con l’umiltà giusta. Con il Mister abbiamo parlato del fatto che c’è una concorrenza, è giusto così, io me la sono sempre giocata con tutti, anche con giocatori che arrivavano dalla Serie A, quindi non ho mai avuto problemi. Sono un giocatore di personalità, di carattere, sono pronto a tutto, accetterò le scelte del Mister. Sono qui per il bene di tutti, non per fare il fenomeno della situazione. Massima umiltà da parte mia“.