PARMA E TURNI INFRASETTIMANALI: IN FUTURO QUALCHE GARA AL TARDINI VERRA’ GIOCATA ALLE 20:30?

Circa 300 a Borgo San Lorenzo, e 618 ieri al Tardini. Sono questi i numeri degli stoici tifosi crociati che nonostante un orario proibitivo hanno comunque trovato il modo (magari chiedendo anche un permesso al proprio datore di lavoro) di essere presenti al seguito della propria squadra del cuore. Del resto c’è poco da fare: una gara calendarizzata di mercoledì ad un orario “impossibile” come le 15, considerato il giorno feriale, non aiuta di certo una massiccia presenza di pubblico.

Le regole, però, prevedono la possibilità di uno spostamento dell’orario della gara. La conferma ci è stata data questa mattina dal Dipartimento Interregionale della Lnd, che da noi interpellato ci ha detto che “se vi è un accordo tra le due società è possibile variare data ed orario della partita in questione. Ovviamente la richiesta parma-1913-serie-dverrebbe vagliata dalla Lega, che a volte ha anche dato parere negativo sul cambio di data, ma generalmente sugli orari non c’è mai stato nessun problema. Escludendo ovviamente le ultime quattro gare di campionato, che devono essere disputate in contemporanea“. Considerando il fatto che l’accordo con Sky non è motivo di vincolo al fine di posticipare o anticipare una gara, tutto ricade nelle mani delle società in questione. Certo, anche se ti chiami Parma non puoi pensare di richiedere variazioni d’orario in maniera costante e continua, ed è meglio giocarsi bene le “fiches” a disposizione per gare importanti o comunque di sicuro appeal. Non va sottovalutata anche la questione legata ai costi: aprire il Tardini, di per sè, rappresenta un esborso importante che difficilmente è recuperabile con gli incassi della biglietteria, visto che la società crociata ha deciso di mantenere “un menù” a prezzi popolari. Far disputare una gara in posticipo serale farebbe raddoppiare i costi anche e solo per il discorso legato all’illuminazione.

Tenuto conto delle varie problematiche, ma anche delle possibilità, è evidente che in futuro il Parma potrebbe richiedere il posticipo serale di alcune gare infrasettimanali, soprattutto se importanti ai fini della classifica (in campionato) o se stuzzicanti per l’avversario che si andrà ad incontrare (in Coppa Italia). Una richiesta che non verrà fatta per tutte le gare infrasettimanali, ma che di sicuro verrà avanzata quando in programma ci saranno partite stuzzicanti, o almeno questo è il nostro auspicio. Le norme, del resto, lo consentono.