PARMA E DASTRASO – DOMANI IL PRIMO STEP FONDAMENTALE: L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO

Domani pomeriggio, alle 14:30, i crociati torneranno ad allenarsi a Collecchio. Il Parma è la prima squadra di Serie A a riprendere l’attività, complice anche il fatto di aver anticipato al giovedì la sfida contro il Napoli (i partenopei poi però hanno giocato la Supercoppa ed infatti torneranno ad allenarsi il 31).

bilancioLa giornata di domani sarà però importantissima per un altro motivo: il CdA della società crociata, infatti, si riunirà per approvare il bilancio della scorsa stagione. E’ questo il primo fondamentale step della nuova gestione, che permetterà di capire se il Parma potrà pensare di avere un futuro solido (soprattutto economico) o se i dubbi e le paure che ruotano attorno alla Dastraso Holding potranno trovare fondamento. Qualche giorno fa Sandro Piovani dalle pagine della Gazzetta di Parma descriveva così l’importante riunione di domani: Sarà un primo esame per la nuova proprietà. E l’ultimo di quella vecchia…. In poche parole la descrizione è perfetta. Il bilancio (che va dal 1 luglio 2013 al 30 giugno 2014) si riferisce ovviamente all’ultimo anno della gestione Ghirardi-Leonardi, con l’ex Presidente che attende quest’approvazione per essere sicuro di aver lasciato il Parma in buone mani. Per la Dastraso, invece, è il primo importantissimo esame: approvare il bilancio, ripianare le perdite accordate e “pareggiare” la situazione è l’unico viatico per acquistare quella fiducia che in molti, per diverse ragioni, ancora faticano ad accordare alla nuova società.

giordano-leonardiSono 20 i milioni che andrebbe investiti subito, secondo quanto riporta la GdP. Da saldare c’è l’Iva, gli stipendi dei dipendenti, e poi tutte le pendenze nei confronti dei giocatori. Se da un lato c’è un certo ottimismo, in molti in città continuano a farsi la stessa domanda: e se non verrà approvato il bilancio e la Dastraso si tirerà indietro affermando di essere di fronte ad un’inaspettata situazione debitoria, che va oltre quanto pattuito? In ogni caso manca davvero poco prima di poter iniziare ad intuire quello che sarà il futuro del Parma. Nel caso che tutto vada per il verso giusto, c’è anche molta curiosità per conoscere i nomi del nuovo CdA (quello vecchio si dimetterà domani al termine della riunione per l’approvazione del bilancio). A tal proposito Fabio Giordano, durante la conferenza stampa di presentazione, aveva risposto così: “Sono tutti professori universitari, fiscalisti, dell’ambiente della giurisprudenza, e sono maggiormente italiani, sono tutte persone qualificate, che mi hanno dato l’ok, adesso manca solamente la decadenza del vecchio consiglio, e la nomina del nuovo“.

Non resta dunque che attendere il CdA di domani, sperando che sia un primo passo positivo verso un nuovo futuro. Anche perchè poi c’è il mercato, e se la volontà è quella di cercare con tutte le forze la salvezza, serviranno ulteriori risorse anche per quello scopo.