PARMA, DOPO LA SBORNIA OCCHIO AL MODENA: SERVE UNA CONFERMA PER SENTIRSI ANCORA IN CORSA – IL PUNTO DI PFZ.IT

Passata la sbornia? Forse sì, forse no. La vittoria nel derby di lunedì sera senza ombra di dubbio entra di diritto nella storia di una partita che da sempre racchiude sentimenti ed emozioni particolari. Basta dare un’occhiata ai social network per capire come, dopo due giorni, la mente di tutti sia ancora rivolta lì, a quei due gol, ai 90′ di tifo incessante, a quel “dai candom” finale cantato, però, dalla curva opposta. Da Zommers a Calaiò, passando per Giorgino, Baraye ma anche per Saporetti e Messina, chi è sceso in campo sicuramente verrà ricordato per anni e anni. Il derby, si sa, è una partita a sè, ed anche chi magari non l’aveva mai vissuto ora l’ha capito fino in fondo. Non va dimenticato però che Reggiana-Parma è comunque una partita di una stagione che ora sembra possa essere ancora aperta. Per questo, al di là della storia relativa al derby dell’Enza, bisogna ampliare l’orizzonte il prima possibile. Tra due giorni, infatti, si torna in campo al Tardini contro il Modena.

Il treno del Girone B di Lega Pro sembra voler attendere fino in fondo i crociati. Ad ogni fermata c’è sempre un ritardo che permette alla squadra di D’Aversa di poter tornare a bordo in extremis, proprio sul fischio del capostazione. La raffica di pareggi in vetta, con i tre punti conquistati a Reggio Emilia, permettono al Parma di tornare a -6. È comunque un distacco ampio, che non può essere recuperato facilmente, ma si tratta però una distanza che concede al Parma la possibilità di crederci, di non mollare, e di continuare a lottare anche per il primo posto. Ci sono ancora 57 punti a disposizione, e le altre non hanno ancora iniziato a correre davvero. Proprio per questo non bisogna assolutamente correre il rischio di sbagliare la gara di venerdì. Un cattivo risultato contro il Modena vanificherebbe gli sforzi fatti nel derby: una vittoria che non dev’essere una parentesi, ma un vero e proprio punto di partenza.

I rischi sono davvero molti. Il Parma arriva al secondo derby (anche se molto meno sentito del primo) consecutivo con qualche acciacco di troppo. La partita di lunedì sera è stata pesantissima dal punto di vista dello spreco di energie psico-fisiche, ed il tempo per recuperare è poco. Contro il Teramo, tre giorni dopo la vittoria contro il Sudtirol, abbiamo visto una squadra assolutamente in ginocchio nel secondo tempo. In questo caso c’è un giorno in più di tempo, ma potrebbe non bastare. I canarini hanno vissuto un cambio in panchina, con l’arrivo del folkloristico Eziolino Capuano. Domenica hanno fatto un pesante scherzo al Gubbio, vincendo per 2-0. La posizione in classifica rispecchia ovviamente il campionato dei modenesi, ma come abbiamo visto anche in passato le partite che sulla carta possono sembrare facili in realtà spesso nascondono insidie da non sottovalutare.

I veri e propri pericoli, in realtà, potrebbero nascere proprio dal Parma stesso. Se Lucarelli e compagni scenderanno in campo con lo stesso atteggiamento visto a Reggio, viene da pensare che non ci dovrebbe essere partita. Riuscirà D’Aversa a tenere tutti sul pezzo dopo la vittoria del derby? Molto della gara di venerdì dipende dalla risposta a questa domanda. Eppure ci viene da dire, anche se sembra una frase fatta, che la partita di venerdì necessiti una prestazione migliore di quella vista nel derby. Perchè, da sempre, è davvero difficile riuscire confermarsi dopo una vittoria importante. Uno 0-2 che entrerà nella storia, come abbiamo già detto. Ma per quanto concerne questa stagione, ed è lì che bisogna riportare il mirino, la partita contro il Modena è un appuntamento assolutamente da non fallire. I limiti restano, e non è una sola vittoria la panacea di tutti i mali. Se i crociati riusciranno ad approcciare al meglio anche la sfida contro i canarini, allora si potrà parlare di squadra ancora in corsa. Questo non è assolutamente un dettaglio: contro il Modena e successivamente a Lumezzane servono sei punti, anche per dare maggior valore a quell’indimenticabile gioia provata dopo un attesa di vent’anni.

SQUADRAPTG
VENEZIA4221
PORDENONE4121
PARMA3921
PADOVA3921
REGGIANA3721
GUBBIO3521
BASSANO VIRTUS3321
SAMBENEDETTESE3121
FERALPISALO'2921
SANTARCANGELO2721
ALBINOLEFFE2621
MACERATESE (-3)2421
SUDTIROL2321
ANCONA2321
LUMEZZANE2221
TERAMO1921
MODENA1921
FORLI'1921
MANTOVA1821
FANO1621