PARMA, DAL SILENZIO VOCI CONTRASTANTI: I SOLDI SONO STATI TROVATI O NO?

collecchiocentrodirezionale3-1Bocce cucite, nessuno parla nè ha la volontà di esporsi. In momenti come questi anche un’ipotesi pronunciata a mezza bocca potrebbe suscitare conclusioni affrettate. A Collecchio lo sanno, e per questo nessuna notizia è filtrata nemmeno oggi, ultimo giorno utile per far fronte alle scadenze tanto vituperate negli ultimi giorni. A rompere il silenzio in questo mare di incertezze, però, sono Gianluca Di Marzio ed il sito della Gazzetta di Parma, che parlano di 1 o 2 punti di penalizzazione in arrivo.

In arrivo sì, ma quando? Ed è vero? Perchè se davvero si prospettasse una penalizzazione che affonderebbe ulteriormente il Parma nei bassifondi della classifica, quest’ultima sarebbe inflitta non ora, ma tra qualche mese. In ogni caso riportiamo quanto scritto. “La società emiliana – scrive Gianluca Di Marzioavrebbe dovuto pagare entro oggi i primi tre mesi degli stipendi ai giocatori. Nonostante gli sforzi importanti del Presidente gialloblu Ghirardi, però, il lavoro non è stato ultimato in tempo. Coperti solo una parte degli stipendi dovuti ai giocatori, non a causa di una mancanza di disponibilità economica, ma per motivi dovuti alla rottura di alcune trattative per la cessione della società. Nelle prossime settimane si verrà a conoscenza della penalizzazione che sarà inflitta alla squadra“. L’articolo però presenta una frase oltremodo discutibile.Coperti solo una parte degli stipendi dovuti ai giocatori, non a causa di una mancanza di disponibilità economica, ma per motivi dovuti alla rottura di alcune trattative per la cessione della società“. Non riusciamo a capire come si possa pensare che il problema non sia dovuto ad una mancanza di disponibilità economica: se la presunta trattativa per la cessione del Parma si fosse interrotta, ma ci fosse una disponibilità economica da parte del Parma o di Ghirardi, di sicuro il problema non si sarebbe nemmeno posto.

Mentre Di Marzio parla di “possibile penalizzazione in vista”, la Gazzetta di Parma (che questa mattina aveva riferito che la sanzione avrebbe potuto raggiungere quota 5 punti) quantifica il “castigo” in 1 o 2 punti. Ora si apprende che ci sono uno o due punti di penalizzazione in arrivo per il Parmascrive il quotidiano locale, rimandando i lettori all’edizione di domani mattina per maggiori informazioni. Voci, indiscrezioni che, seppur arrivino da fonti autorevoli, vanno in contrasto con altri “spifferi” che rivelano che il Parma avrebbe trovato tutti i fondi necessari. Oltre alle voci “dall’interno”, anche TeleDucato ha infatti rivelato che i soldi sarebbero stati trovati, ed arriverebbero da un possibile compratore interessato a rivelare la società.

Di sicuro per ora c’è solo il silenzio, che regna incontrastato. Ma è certo anche che non potrà durare a lungo…