PARMA – SAPORETTI OUT, A CORREGGIO CON IL DUBBIO FASCIA SINISTRA: AGRIFOGLI O RICCI?

Il mio obiettivo come singolo è quella di migliorarmi ogni giorno, perchè quest’esperienza sarà formativa e importante. Mi candido come vice Lucarelli e Cacioli, quando non saranno al top cercherò di dare una mano alla squadra“. Chissà se Lorenzo Saporetti, in quel pomeriggio del 12 agosto in cui venne presentato alla stampa, riusciva ad immaginare che non solo avrebbe giocato con continuità, ma in più l’avrebbe fatto in un ruolo non propriamente suo: quello di terzino sinistro. Come ogni centrale adattato sulla fascia la spinta non è mai uno saporetti-bellariadei punti di forza, ma il ragazzo che doveva imparare e migliorare giorno dopo giorno è diventato sempre di più un punto fisso del Parma di Apolloni. Lo stesso tecnico crociato, durante Parma-Fortis Juventus, quando si è visto costretto a scegliere un sostituto per l’infortunato Lucarelli alla fine decise di lasciarlo in panchina. “È diffidato, e domenica c’è l’AltoVicentino. Non ho voluto rischiare di perderlo“. Una bella iniezione di fiducia per un giovane che in silenzio e con estrema semplicità da giovane di belle speranze è riuscito ad essere ritenuto così importante da evitare possibili squalifiche prima di una gara importante.

Tutto questo a discapito di Agrifogli e Ricci: il secondo a parte l’infortunio è stato comunque impiegato sul fronte offensivo, mentre il primo ha faticato a trovare spazio. Quand’è stato chiamato in causa, il terzino arrivato in prestito dall’Empoli dopo una lunga querelle legata ad un contenzioso relativo ad un precedente tesseramento ha alternato buone prestazioni a gare un po’ anonime. Domenica, a Correggio, potrebbe però esserci un’altra occasione: quella famosa diffida che pendeva sulla testa di agrifogli-correggeseSaporetti, infatti, si è tramutata in squalifica dopo il giallo “conquistato” durante l’ultima gara contro il Mezzolara. Apolloni dunque dovrà decidere chi schierare su quella corsia, dovendo sempre giostrare l’undici titolare basandosi anche sull’obbligatorietà dei quattro under in campo. Se Ricci prima doveva vedersela solo con Sereni, per quanto riguarda gli under offensivi (considerato anche il lungo infortunio a Mousa Balla), ora l’arrivo di Mazzocchi potrebbe spingerlo nuovamente nei quattro di difesa. Tutto dipenderà dalle scelte che il tecnico crociato maturerà durante questa settimana di lavoro in vista della trasferta di Correggio. Agrifogli o Ricci? Magari domani durante la consueta partitella in famiglia avremo qualche indizio in più.