PARMA-CATANIA 0-0 – Un Parma brutto e distratto porta a casa un punto.

L’aveva detto, Donadoni, che aveva visto un Parma distratto in settimana. Il Parma visto al Tardini questo pomeriggio è la conferma dei dubbi del Mister. Distratto, macchinoso, impacciato sulle seconde palle, e soprattutto troppo arioso in alcuni disimpegni. Il Catania quasi non ha creduto ai propri occhi, una volta sceso in campo. Un Parma in cui Cassano, Gargano, Marchionni sono in giornata no è fin troppo facile da fermare, e anzi al netto delle occasioni sono forse i siciliani a poter dire di meritare qualcosa di più. La squadra di Maran è molto pragmatica, sicuramente non bellissima, ma con l’imprevedibilità di Bergessio e Barrientos ha messo in difficoltà i crociati in più di un’occasione. Le due traverse colte dal Catania parlano da sole. Donadoni ha provato a scuotere i suoi anche con le sostituzioni, e se l’ingresso di Acquah al posto di Gargano ha donato un po’ di vivacità in mezzo, l’ingresso di Palladino per Cassano non ha spostato gli equilibri dell’incontro. Parma che quindi non sfrutta le sconfitte del Milan e del Torino, e porta a casa un punto forse immeritato.

formazioniLE FORMAZIONI: Donadoni schiera l’undici previsto da ParmaFanzine.it in mattinata, puntando però sul 4-3-3. Mirante in porta, dunque, con Cassani e Gobbi sulle fasce e al centro la coppia Lucarelli-Paletta. A centrocampo il trio Parolo-Marchionni-Gargano, con Biabiany che torna invece davanti nel tridente con Cassano e con Amauri punta centrale.

LA PARTITA: I crociati scelgono di attaccare verso la Nord per evitare il fastidio del sole, che dopo interminabili giorni di pioggia torna a splendere sul Tardini regalando una giornata decisamente gradevole. Donadoni, in settimana, aveva detto di aver visto un clima quasi da “precampionato” durante gli allenamenti, quasi a dire che i crociati dopo la partita rinviata di Roma avessero un po’ mollato dal punto di vista della concentrazione. Le paure del tecnico bergamasco si riflettono in campo durante il primo tempo. Il Parma, infatti, inizia con il freno a mano tirato, permettendo al Catania di farsi vedere timidamente in avanti. Al 4′ è però Amauri che non riesce a colpire da due passi dopo un cross teso di Parolo. Il Parma non convince in fase di costruzione, dimostrandosi impacciato e lento nelle scelte soprattutto a centrocampo, con un Marchionni leggermente confuso e con un Gargano non ispiratissimo. Parolo è l’unico che nonostante tutto cerca di riscattare la giornata negativa dal punto di vista della lucidità con tanta corsa e grinta, e lo dimostrano diversi palloni recuperati sulla mediana. Il Parma fatica a rendersi pericoloso e a mettere palloni pericolosi in mezzo, ed è il Catania che in una delle rare apparizioni dalle parti di Mirante colpisce la traversa con un cross svirgolato da Barrientos. Le occasioni crociate del primo tempo sono tutte da calcio da fermo, entrambe le volte con Cassano che però trova Andujar pronto. Donadoni quindi torna negli spogliatoi con l’obbligo di riuscire a far scattare nei propri ragazzi la molla giusta, cosa non facile visto un primo tempo in cui il Parma non ha subito quasi nulla, ma ha dimostrato di essere solo un lontano parente di quello visto nelle ultime uscite. Il secondo tempo, però, inizia com’era finito il primo, ed è ancora il Catania ad avvicinarsi al vantaggio: Mirante però è bravo a deviare il pallone calciato da Berghessio sulla traversa, facendo tirare un sospiro di sollievo a tutto lo stadio. Il Parma prova a svegliarsi ma fatica moltissimo nel trovare una manovra fluida, ed è troppo titubante nelle seconde palle. Per il Catania è fin troppo facile neutralizzare le sortite degli uomini di Donadoni, che tengono palla sempre quel mezzo secondo in più che nel calcio fa sì che le opportunità sfumino. E allora è ancora il Catania a farsi vedere in contropiede, ed è sia brava la difesa crociata a salire e lasciare l’avversario in fuorigioco, sia il guardalinee nell’alzare giustamente la bandierina annullando la rete di Bergessio. Donadoni prova a cambiare qualcosa a centrocampo, sostituendo Gargano ed inserendo Acquah. Qualche miglioramento con l’inserimento del ghanese si notano, anche se l’impressione è quella che serva un’invenzione individuale per riuscire a sbloccare il risultato. Cassano, l’uomo più imprevedibile del Parma, dimostra però di trovare delle difficoltà ogni volta che vede il Catania: all’andata fu sostituito a fine primo tempo, mentre oggi ha lasciato spazio a Palladino al 27′ del secondo tempo. Negli ultimi minuti c’è spazio anche per l’esordio di Molinaro, entrato al 41′. Il risultato però non cambia, e il Parma ottiene un punto che muove la classifica, ma che vista la prestazione in campo deve preoccupare Donadoni per le prossime sfide.

parmacatania1IL FILM DEL PRIMO TEMPO:

2′ – Il Parma si schiera con un 4-3-3. Biabiany è nel tridente con Amauri e Cassano.
4′ – OCCASIONISSIMA PER IL PARMA!!! Cross teso di Parolo, Amauri però non riesce a colpire il pallone da due passi!
7′ – Punizione dalla sinistra, Cassano va direttamente in porta, bravo Andujar a respingere in angolo!
8′ – Dopo un buon inizio del Catania ora il Parma si spinge maggiormente in avanti, dando la sensazione di essere poter pungere.
13′ – Dopo un pasticcio difensivo ci prova Lodi di esterno, pallone ampiamente a lato. La difesa crociata è un po’ distratta in quest’inizio di gara.
20′ – Fallo da dietro di Bellusci su Parolo, prima ammonizione della gara.
23′ – Brutto fallo di Marchionni, primo cartellino giallo per il Parma.
24′ – Peruzzi compie un fallaccio per bloccare il contropiede crociato, ammonizione anche per lui.
26′ – Occasione da gol per il Catania, sul cross a mezza altezza Barrientos per fortuna arriva tardi all’appuntamento con il pallone.
33′ – Traversa per il Catania! Il cross di Barrientos finisce sulla parte alta del montante, e poi esce dall’area!
40′ – Parma non bello in questa prima parte di match. Il Catania è stato pericoloso solo in un paio di occasioni, ma i crociati sembrano distratti anche se ci stanno mettendo il cuore.
44′ – Punizione da ottima posizione per il Parma!
45′ – Cassano buca la barriera ma non inganna Andujar!!!!

cataniaevidenzaIL FILM DEL SECONDO TEMPO:

3′ – Traversa di Berghessio!!! Catania vicino al gol!
4′ – La Curva Nord prova a spingere i crociati che oggi stanno faticando parecchio a trovare la concentrazione giusta per fare il proprio gioco.
13′ – Gol giustamente annullato al Catania per fuorigioco.
15′ – Biabiany di testa spara alto da buonissima posizione!
16′ – Fuori Gargano, dentro Acquah.
19′ – OCCASIONISSIMA PER IL PARMA! Bravo Andujar a respingere su Biabiany e su Amauri!
20 ‘ – Punizione battuta da Cassano, pallone rasoterra per Marchionni che di stinco spara in curva.
23′ – Ammonizione per Lodi, che ha fermato fallosamente Acquah lanciato in fascia.
26′ – OCCASIONE INCREDIBILE PER IL CATANIA! Gobbi riesce a deviare in angolo il tiro a botta sicura di Izco, pericolo per il Parma!
27′ – Fuori Cassano, dentro Palladino.
37′ – Bergessio non colpisce bene dal centro dell’area, pallone fuori!
39′ – AMAURI!!!! Corner di Cassani, Amauri si attorciglia su sè stesso e riesce ad incocciare di testa, pallone però alto sopra la traversa!
41′ – Esce Massimo Gobbi, dentro Cristian Molinaro.
43′ – Doppia sostituzione per il Catania, fuori Castro e Barrientos, dentro Fedato e Plasil.
45′ – 3′ di recupero.
47′ – Ammonizione per Paletta.
48’ – L’arbitro fischia la fine.