PARMA-BASSANO 1-1 – CROCIATI, UN PASSO IN AVANTI D’ORGOGLIO

Si diceva che il Parma faticava a calarsi in una categoria, la Lega Pro, che non conosceva. Questo pomeriggio, al Tardini, i crociati sono invece riusciti a calarsi nella realtà di un campionato che vede il Bassano tra le squadra più temibili. Quella tra Parma e Bassano vista oggi è stata una vera e propria partita di Lega Pro, con falli, risse ed espulsioni.

Morrone conferma il 4-3-3 ma con alcuni cambi rispetto alla formazione di Ancona: Zommers in porta, Benassi e Nunzella i terzini, Lucarelli e Canini in mezzo; Ricci nell’inedita posizione di mezzala al fianco di Scavone e Corapi; Calaiò punta con ai lati Nocciolini e Baraye.

I crociati hanno giocato un primo tempo molto intelligente, aspettando il Bassano a cui è stata lasciata l’iniziativa, ma cercando di colpire in ripartenza. Una traversa di Ricci, un colpo di testa di Nocciolini finito fuori di poco ed un’ottima parata di Bastianoni su colpo di testa di Calaiò sono le occasioni più pericolose create dai crociati, che però non sono riusciti a capitalizzare. È sembrato però un buon Parma, anche quello che ha iniziato il secondo tempo. Il Bassano è squadra quadrata, che manovra molto il pallone e per certi versi ha aiutato un Parma che finora era andato in difficoltà contro le verticalizzazioni veloci e le squadre particolarmente rapide.

La svolta arriva all’81’: Nunzella ed un avversario si strattonano a vicenda in area, l’ultimo a cadere è il giocatore del Bassano e l’arbitro non ha dubbi, decretando tra le proteste dei giocatori crociati e dei tifosi la massima punizione. Dal dischetto va Minesso, che insacca. Morrone, con soli nove minuti più recupero a disposizione, ha dunque gettato nella mischia Evacuo passando ad un 4-2-4, e all’88’ ha ritrovato il giusto e meritato pari con Baraye che ha insaccato su una mischia in area. Nei minuti di recupero c’è anche il tempo per una doppia espulsione: i due capitani Lucarelli e Bizzotto si colpiscono a vicenda, secondo il direttore di gara, ed è rosso per entrambi. Resta un punto che può essere un punto di partenza, ed una prestazione incoraggiante soprattutto perchè equilibrata e decisa, con il Parma che è sembrato per la prima volta una squadra di Lega Pro. E per vincere e recuperare punti, è importante imparare ad esserlo. Certo: c’è tanto, tantissimo da lavorare, e quello di questa sera altro non è che un piccolo passo in avanti. Ma vista la situazione, è una base da cui ripartire.

IL TABELLINO

Parma – Bassano 1-1

Marcatori: 80′ Minesso rig., 88′ Baraye

PARMA CALCIO 1913: Zommers, Canini, Corapi (V.Cap.) (82′ Evacuo), Lucarelli (Cap.), Nocciolini, Baraye, Calaiò, Benassi (46′ Messina), Nunzella, Ricci (71′ Giorgino), Scavone.

All.: Morrone

A disposizione: Coric, Saporetti, Miglietta, Mazzocchi, Giorgino, Melandri, Guazzo, Dodi, Simonetti, Fall

BASSANO VIRTUS: Bastianoni, Formiconi, Cenetti (75′ Laurenti), Bizzotto (Cap.), Proietti (V.Cap.), Minesso, Pasini, Bianchi, Fabbro (94′ Maistrello), Crialese, Grandolfo (91′ Barison)

All.: D’Angelo

A disposizione: Piras, Rantier, Candido, Tronco, Cavagna, Soprano, Bortot, Lancini.

Arbitro: Sig. Carlo Amoroso di Paola. Assistenti: Sigg. Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Agostino Maiorano di Rossano.

Note – Calci d’angolo: 5-4. Ammoniti: Baraye (17′), Minesso (45′), Bizzotto (54′), Recupero: 1’pt, 3’st. Traverse di Ricci (4′) e Baraye (46′).