IL PARMA: “L’ALTO CI HA DETTO DI NON VENDERE QUEI 250 BIGLIETTI, DOPO TRATTATIVE NE ABBIAMO VENDUTI 200”

In seguito al caos verificatosi oggi in biglietteria relativo all’ultimo quantitativo di biglietti per la gara AltoVicentino-Parma di domenica pomeriggio a Valdagno, la società crociata ha appena diramato un comunicato con il quale ha portato la propria versione dei fatti.

Ecco il comunicato, che riportiamo qui integralmente:

fila-biglietteria“La società Parma Calcio 1913 comunica che dei 250 biglietti pervenuti in mattinata dalla società FCD AltoVicentino – il cui arrivo era stato preannunciato ieri in una nota stampa del club veneto ripresa e diramata anche dai propri canali ufficiali – ne sono stati messi effettivamente a disposizione del Centro di Coordinamento Parma Clubs, per il servizio di prevendita, 200, così ottemperando alle disposizioni ricevute in tarda mattinata dalla Questura di Vicenza, che di seguito riportiamo. 

“Con la presente la Società FCD ALTOVICENTINO srl di comune accordo con la Questura di Vicenza comunica di autorizzare la vendita di NR 200 biglietti di TRIBUNA CENTRALE al costo di 15 Euro cadauno, già in vostro possesso. A seguito di tale decisione, si comunica che la disponibilità di biglietti per i tifosi provenienti da Parma è definitivamente esaurita. Si comunica ufficialmente che a coloro che arriveranno da Parma per assistere alla gara sprovvisti di biglietto, non sarà permesso l’accesso allo stadio”.

Il Parma Calcio 1913 specifica che stamani, la società ospitante, aveva chiesto di non mettere in vendita alcuno dei 250 biglietti in arrivo, come da nuovo ordine, era stato spiegato, della Questura di Vicenza: ritenendo la disposizione lesiva dei propri tifosi, già vessati per il numero nettamente inferiore rispetto all’effettivo fabbisogno, il Parma Calcio 1913 ha avviato trattative riuscendo, almeno, ad ottenere il benestare per la messa in vendita di 200 titoli.