PARMA-ALESSANDRIA 1-1 – PARI NEL TEST TRA CORAZZATE. AL TARDINI È BARAYE-SHOW

Termina in pari il test tra Parma ed Alessandria, le squadre favorite per la vittoria finale dei gironi A e B. I crociati sono andati in vantaggio nel primo tempo con un gol di Evacuo nel primo tempo, e sono stati poi raggiunti dalla rete di Marconi nella ripresa.

13938533_1129155037157999_8314627349491524928_nLA FORMAZIONE – Apolloni schiera il Parma con il consueto 3-5-2 con Lucarelli sul centrosinistra (in previsione dell’arrivo di Canini in mezzo alla difesa), Coly al centro e Giorgino sul centrodestra; Nunzella e Garufo i due cursori con Baraye, Corapi e Scavone in mezzo dietro alle due punte Evacuo e Calaiò.

LA PARTITA – Di fronte ai 762 spettatori paganti giunti al Tardini nonostante il ponte di Ferragosto (31 provenienti da Alessandria) è andato in scena un test di lusso tra due delle squadre favorite per la promozione in Serie B. In attesa che sia pronto Canini, difensore proveniente dall’Atalanta che ha firmato ieri in serata, Apolloni getta nella mischia Calaiò al fianco di Evacuo e dà una chance a Baraye sulla mezzala. Il senegalese è in assoluto il migliore in campo fin dalle prime battute: non perde un pallone, riesce quasi sempre a cambiare passo e soprattutto non si dimentica di dare una mano anche in fase difensiva, strappando applausi da parte di tutto il pubblico presente. È proprio lui a creare la prima occasione per i crociati, quando entra in area dalla destra, salta un avversario e si fa atterrare: l’arbitro non ha dubbi e decreta la massima punizione. Dal dischetto va Evacuo che spiazza il portiere avversario portando in vantaggio i crociati. La gara non regala molte emozioni, con l’Alessandria che non tira indietro la gamba, causando anche qualche contrasto al limite del regolamento. I crociati dal canto loro manifestano quelli che erano i problemi già visti, complici anche i carichi della preparazione, ovvero uno scollamento tra il centrocampo e l’attacco. L’unico capace di cambiare passo palla al piede è parso Baraye, mentre sono stati cercati molti lanci lunghi per gli inserimenti centrali di Evacuo e Calaiò, ben marcati dalla difesa dei grigi. L’unico pericolo di rilievo per il Parma è arrivato al 38′, quando Gonzalez si avventa su un pallone gestito male in fase di impostazione dai crociati e a tu per tu con Zommers prova il rasoterra a fil di palo, trovando però il piedone del portiere crociato che devia in angolo. Nella seconda parte del primo tempo il pubblico ha potuto applaudire diversi scambi sul velluto tra Baraye, Evacuo e Calaiò, anche se non sono state molte le occasioni pericolose create da Lucarelli e compagni.
Nel secondo tempo Apolloni tiene in campo solo Baraye, Calaiò e Zommers, inserendo otto nuovi elementi: Messina, Benassi e Saporetti in difesa, Mazzocchi e Ricci sulle fasce, Melandri nella posizione inedita di mezzala al fianco di Baraye e Simonetti, con davanti Guazzo al fianco di Calaiò. A strappare applausi anche nella seconda frazione è Baraye, che ha gestito con sicurezza ogni pallone passato tra i suoi piedi. Il giocatore visto oggi è senza dubbio un titolare indiscusso, il problema è quando al suo posto entra in campo il fratello svogliato che tende a nascondersi in entrambe le fasi di gioco. Dopo circa un quarto d’ora senza emozioni Apolloni inserisce anche Miglietta, Coric e Nocciolini al posto di Zommers, Baraye e Calaiò. Dopo 11′ è proprio il neo-entrato Coric a dover raccogliere il pallone dal fondo della rete: corner per i grigi, Marconi devia di testa, il pallone entra in un flipper e termina alle spalle del portiere crociato per il pareggio degli ospiti. Passano i minuti ma non aumentano le emozioni: per il Parma da segnalare un tentativo di scambio in area tra Guazzo e Nocciolini, anticipato però da un difensore. Al 32′ arriva la naturale conseguenza della scelta dell’Alessandria di picchiare selvaggiamente ad ogni contrasto: Fissore entra in ritardo su Mazzocchi stendendolo al suolo e costringendolo all’uscita anticipata. Agli applausi del Tardini per l’ingresso di Longobardi al suo posto, si sovrappongono i fischi per il difensore dei grigi, autore dell’intervento scriteriato ai danni dell’ala crociata. La gara termina senza ulteriori emozioni: un gol per tempo, e i crociati pareggiano contro l’Alessandria per 1-1.

alessandria-squadre-cmapoIL FILM DEL PRIMO TEMPO

1′ – È iniziata la gara. In difesa c’è Giorgino, come preventivato, ma gioca nel centrodestra: il centrale è Coly, sul centrosinistra Capitan Lucarelli.
6′ – Rimessa lunga che arriva fino al centro dell’area crociata, Gonzalez prova il sinistro al volo, pallone altissimo.
11′ – Tiro da fuori di Manfrin, Zommers blocca in due tempi.
13′ – RIGORE PER IL PARMA!!! Baraye atterrato in area!
13′ – EVACUO DAL DISCHETTO PORTA IN VANTAGGIO I CROCIATI!!!!!! Ottimo dribbling di Baraye in area, il difensore lo atterra e l’arbitro non ha dubbi. Felice Evacuo dagli undici metri spiazza Vannucchi! Parma-Alessandria 1-0
25′ – Il Parma è in vantaggio e fin qui non sta demeritando. Fatica però a costruire azioni offensive.
38′ – Poche occasioni da gol e la partita si sta anche incattivendo, con alcuni contrasti al limite.
38′ – PARATONA DI ZOMMERS SU GONZALEZ!!! Il giocatore dei grigi si è trovato a tu per tu con il portierone crociato che con i piedi ha deviato in angolo!
39′ – Cross di Baraye per Calaiò che gira in porta il primo pallone giocabile impegnando il portiere avversario! Palla in angolo!
46′ – Termina il primo tempo, Parma in vantaggio grazie alla rete di Evacuo su rigore. I crociati non hanno quasi mai sofferto, con Zommers che ha compiuto un paio di buone parate. In attacco ogni volta che scambiano tra di loro Calaiò, Evacuo e Baraye il Parma va sul velluto, anche se ha creato poche occasioni da rete. Parma-Alessandria 1-0

alessandria-evidenzaIL FILM DEL SECONDO TEMPO

1′ – Inizia il secondo tempo. Parma in campo così: Zommers; Messina, Benassi, Saporetti; Mazzocchi, Simonetti, Baraye, Melandri; Guazzo, Calaiò. C’è curiosità per la posizione del Micio, schierato mezzala.
2′ – I 31 tifosi dell’Alessandria “beccano” l’ex di turno, Matteo Guazzo, mentre il Tardini applaude Longobardi che inizia le operazioni di riscaldamento.
7′ – Splendida azione del Parma!!!! Baraye dribbla un avversario e cambia passo, pallone per Guazzo che di prima gira sulla fascia per Mazzocchi che dal fondo crossa per Calaiò: il colpo di testa di quest’ultimo termina alto di poco!
12′ – Cambi nel Parma: fuori Baraye, migliore in campo, dentro Miglietta. Fuori anche Calaiò che lascia il posto a Nocciolini. Coric al posto di Zommers.
22′ – Fischnaller, entrato nel secondo tempo, prova il destro da fuori area: il pallone deviato termina in angolo.
23′ – Pareggio dell’Alessandria: corner dalla destra, sbuca Marconi che trafigge Coric. Non siamo riusciti a capire se il pallone sia stato deviato anche da un giocatore crociato. Parma-Alessandria 1-1
29′ – Cross con il contagiri per Guazzo che ha uno stop difficoltoso in area ma prova un colpo di tacco per Nocciolini, anticipato da un difensore in angolo!
32′ – Bruttissimo (e inutile) fallo di Fissore ai danni di Mazzocchi. L’Alessandria è tutta la partita che picchia a destra e a manca, ci sfugge però l’utilità e l’intelligenza di questa scelta.
32′ – Mazzocchi è costretto ad abbandonare il campo accompagnato dai medici. L’infortunio sembra più serio del previsto.
33′ – Esce Mazzocchi. infortunato, dentro Longobardi.
42′ – Punizione per il Parma, pallone per Nocciolini che scavalca tutta la difesa avversaria, il tiro dell’attaccante crociato termina alto!
44′ – Ora l’arbitro ferma Guazzo lanciato a rete per un presunto fallo in attacco. Il Tardini urla disapprovando la decisione del direttore di gara.
45′ – Dopo 90′ ci sentiamo di poter dire all’arbitro che anche nelle amichevoli esistono i cartellini…
46′ – Termina l’incontro: Parma-Alessandria 1-1