IL PARMA 2014-15 – L’ATTACCO

A mercato chiuso, è ormai definitiva la rosa che Donadoni ha in mano per la prossima stagione. C’è ancora la possibilità che arrivi qualche giocatore svincolato, ma in linea di massima si possono già iniziare a fare le prime considerazioni reparto per reparto.

Dopo aver dato un’occhiata alla difesa ed al centrocampo, andiamo quindi ad analizzare l’attacco.

cassanoinfortunato3LA PRIMA PUNTA: Mentre, per certi versi, la scorsa stagione il ballottaggio era tra Amauri e Cassano, quest’anno FantAntonio non avrà rivali. Sarà lui il “falso nueve” che guiderà l’attacco crociato. La mancanza di un punto di riferimento lì davanti è senz’altro un arma a doppio taglio: da un lato è un ottimo viatico per creare occasioni, visto che le difese avversarie potrebbero soffrire un attacco per nulla statico, dall’altro però si nota la mancanza di un vero e proprio bomber, ovvero colui che la sappia buttare dentro. Nella scorsa stagione abbiamo visto come Cassano si sia dedicato a tentare assist in continuazione, ma quest’anno servirà maggiore cinismo da parte del barese: il campionato del Parma passerà anche dai suoi gol. In seconda fila partono Coda e Pozzi: il primo si è trovato quasi per caso a giocarsi una possibilità durante il precampionato e ha segnato gol a ripetizione, anche se la Serie A è un’altra cosa, e potrà dimostrare il suo valore; il secondo dovrà prima recuperare del tutto dal suo infortunio e cercare di rendersi utile.

GLI ESTERNI: I titolari, almeno sulla carta, saranno Biabiany e Belfodil. Il mancato trasferimento al Milan potrebbe incidere sulla tranquillità del francese, ma siamo convinto che questa “nebbia” potrà durare al massimo un paio di settimane, ovvero il tempo di mettersi alle spalle quanto accaduto. Belfodil invece ha iniziato la stagione con ottime prestazioni in amichevole, e ora dovrà cercare non solo la ribalta ma soprattutto la continuità. I mezzi ci sono, ora serve molta maturità. Dietro di loro ci sono Bidaoui e Palladino, con il secondo che viene spesso utilizzato da Donadoni anche come punta centrale. Bidaoui è un giocatore dai grandi mezzi tecnici, con un ottimo dribbling e una buona capacità di saltare l’uomo, anche se ha il problema di riuscire poi a finalizzare l’azione.

attaccoIL VOTO 5,5/7: Ciò che può far cambiare il voto in positivo o in negativo non è di certo il valore assoluto del trio titolare, ma è più un discorso legato agli stimoli e alla mancanza di alternative. Il valore di Cassano non si discute, ma dovrà prendere per mano tutta la squadra (molto più di quanto aveva già fatto lo scorso anno), e soprattutto dovrà essere sempre in ottime condizioni, visto che dietro di lui ci sono solo Coda (una scommessa) e Pozzi (ancora acciaccato). Se Cassano saprà fare ciò di cui è capace l’attacco del Parma riuscirà a cavarsela egregiamente, ma serviranno più reti anche dallo stesso FantAntonio. In caso contrario potrebbero esserci molti problemi, con un Parma dal consistente possesso palla ma con evidenti problemi in fase di finalizzazione.