Paletta: “Con la Fiorentina gara difficile, ma non temiamo nessuno”

E’ Gabriel Paletta il baluardo, assieme a Capitan Lucarelli, della difesa crociata. Prandelli ha già messo gli occhi su di lui, e l’impressione è che si stia semplicemente aspettando che arrivi il momento della sua convocazione. Nel frattempo c’è un Parma lanciatissimo verso il sogno europeo, e da lì poi possono passare anche le altre ambizioni di Gabriel e dei suoi compagni.

palettanazionaleEcco cos’ha detto Gabriel Paletta questo pomeriggio ai microfoni di Parma Channel:

“L’avevo già detto tempo fa, credo che questo sia il Parma più forte in cui io abbia giocato. E’ una squadra con valori importanti, e per fortuna lo stiamo dimostrando. Il segreto nostro, in difesa, è il fatto che ci conosciamo bene, giochiamo assieme da quattro anni. Poi si sono aggiunti giocatori che Cassani, Molinaro, che sono entrati subito in gruppo. Senza dimenticare centrocampisti e attaccanti che sono sempre i primi a difendere. 14 giocatori in gol quest’anno? Da quando sono arrivato tutti i nuovi dicono sempre la stessa cosa: il gruppo che hanno trovato a Parma non l’hanno trovato da nessuna parte. E’ un vantaggio quindi anche per i nuovi

schedinaCredo che siamo salvi, ora pensiamo a sommare altri punti, che è l’importante. Il Parma ha un bel gruppo, e bisogna continuare così. Dobbiamo crederci perchè secondo me abbiamo molte potenzialità. Con la Fiorentina sarà una gara tra le più difficili, ma non temiamo nessuno. Dobbiamo pensare a continuare su questa strada, non dobbiamo preoccuparci degli altri. Dobbiamo pensare solo a noi. Speriamo tutti che ci sia un Tardini pieno. Si gioca di lunedì, è un orario un po’ strano anche per i tifosi, molti lavorano, ma ci speriamo tutti. I giovani del Parma? Credo che il lavoro che sta facendo il settore giovanile è molto importante, perchè da quando sono arrivato all’inizio erano pochi i ragazzi che venivano ad allenarsi con noi. Da due anni a questa parte sono arrivati ragazzi importanti, che stanno facendo bene con la Primavera e con il settore giovanile. Quando hai valori importanti nelle squadre giovanili prima o poi ce li avrai anche in prima squadra.

Se spero nella Nazionale? Non lo so se con la Spagna sarà troppo presto o no. Io da quando sono tornato dall’infortunio sto lavorando per rimettermi apposto, per riprendere il ritmo partita. Ultimamente mi sono trovato bene, qualcosina mi manca ma siamo sulla buona strada. Se arriverà la chiamata sarò contento ovviamente. Se sono al 100%? No, secondo me manca ancora qualcosina, anche se nelle ultime partite mi sono trovato molto bene. Chi può ambire alla Nazionale? Lucarelli sicuramentesorride – a parte gli scherzi, penso che tutti quelli che abbiamo noi in rosa hanno possibilità. Anche Cassano se continua così, Mirante, Cassani… Se il gruppo continua così saranno in tanti ad avere la possibilità di andare al mondiale. Quando segna Paletta? Speriamo presto, o almeno prima che finisca il campionato…