Le Pagelle di Gabrielo – Parma-Roma 1-2

Arriva una sconfitta contro la Roma ma la differenza l’ha fatta un colpo di biliardo di Pjanic e non il gioco… Interessanti come la pettinatura di Gervinho, le Pagelle di Gabrielo, Parma-Roma 1-2.

curvanord-romaMirante 6: Prende due gol ma su entrambi non ha colpa. Per il resto ordinaria amministrazione contro una Roma più spuntata del solito.

Pedro Bellissimo Mendes 6: Sul primo gol giallozozz…rosso sbaglia di netto la diagonale difensiva ma lo fa con così tanta grazie che per 33 minuti circa 7 milioni di persone di sesso maschile sono diventate omosessuali.

Filippo Il Bello 6: Causa la punizione dal limite che verrà poi trasformata da Pjanic con un capolavoro, ma è un banalissimo (mezzo) fallo di gioco più che normale. Ad un certo punto si trasforma nel Sindaco del Mondo fermando Florenzi con una scivolata da premio Oscar. Baffo ribelle.

Lucarelli 6: Non ha molti problemi con gli avanti romanisti in una serata per loro meno prolifica del solito. Molti anticipi riusciti e un paio di imprecazioni in toscano di ottima fattura.

Gobbi 6.5: Sento e leggo spesso cose mostruose contro Maximus Gobbi. In realtà vi invito ad osservare il modo in cui stoppa il pallone, un dettaglio che pare piccolo ma che difetta nel 48% degli attuali giocatori che militano in Serie A.

Acquah 6: Meglio di Verona contro il Chievo, porta a casa una piena sufficienza fatta di grinta e corsa contro uno dei centrocampi più solidi e tecnici del campionato italiano. Purtroppo, spesso, cerca delle azioni personali che nemmeno Ronaldo (quello vero, non quello di adesso che fa la pubblicità al sapone intimo) ai bei tempi. Spacco tibie, ma nella vita vorrei fare il pittore.

Cicco meraviglia Lodi 5.5: Mette in campo una insolita grinta che lo porta a fare un decente pressing in fase di non possesso. Quando, invece, ha il pallone sembra Valdes dopo un concerto di Povia sulle spiaggie di Capocabana.

Giuseppino Mauri 7: Migliore in campo per corsa, grinta e tecnica individuale. Tiene testa ad elementi che conoscono il calcio ad alti livelli ben più di lui e nonostante sia alto un metro e un bicchiere di spumante non ha alcun problema a fare il bulletto di periferia.

Palladino 4.5: Deve ancora aggiornare i suoi device a iOS 8 quindi è molto triste.

Cassano 6.5: Anima, cuore e cervello di questo Parma. Mai banale, mai scontato. Si sbraccia come un folletto della bassa padana.

De Ceglie 6: Tecnicamente sono più forte io che faccio schifo alle mucche birmane, però corre come un pazzo, è disciplinato tatticamente, utile e mette di testa l’1-1 per il momentaneo pareggio. Poi, così di getto, mi sembra abbastanza bello.

Belfodil SV: Utile come la tuta da sci in vacanza sul sole a Ferragosto.

Costa 6: Non male da terzino e pettinatura ottima per un VJ di MTV del 1998.

Galloppa SV: Ho fame.

Gabrielo