Le Pagelle di Gabrielo, Parma-Renate 3-1

Incredibile big match a Collecchio per gli uomini di Donadoni e quindi immancabili come le zanzare tigre arrivano…Le Pagelle di Gabrielo, Parma-Renate 3-1.

Iacobucci 6: Una parata, un gol preso, tanta noia e tanta voglia di aperitivo.

Cordaz SV: Tantissima voglia di aperitivo.

Paletta 10: L’altro giorno gli ho sentito dire a Sky Sport che “l’Italia ha fatto un buon Mondiale”. Gabriel, ti prego, ripigliati e smettila coi funghi allucinogeni che hai comprato in Brasile.

Lucarelli 9.5: Ad un certo punto stecca un povero omino del Renate circa a centrocampo e gesticola del tipo “eh vabbè, quando parto prendo il pallone o l’uomo“. Grandissimo e abbronzatissimo.

Filippo il bello 7.5: Data l’assenza di Cassano in campo ci ha pensato lui a fare il matto, protestando con l’arbitro 12enne e lanciando via il pallone con rabbia funesta. Grande Filippo.

Pedro Bellissimo Mendes 6.5: 45 minuti di partita, 87 proposte di matrimonio. Un mito.

Ristovski 6: E qui iniziano i dolori, non tanto per la prestazione del giovane e interessante terzino macedone (che ha fatto poco e niente come tanti compagni) ma per la pronuncia del suo nome da parte dei tifosi over 65. Alla fine ha vinto uno straordinario signore parmigiano doc che si è spinto davvero oltre arrivando a coniare un nome favoloso: Ricciozzi.

Rispoli 6: Un tipo che conosco mi ha proposto questa definizione di Rispoli: “E’ tipo Gobbi, ma senza l’esperienza di Gobbi“. Straordinerio.

Feddal 6.5: Questo qui è interessante e lo dico io che faccio le pagelle più lette in Medio Oriente.

Jorquera 7: Convincerà Donadoni in questo ruolo da regista o finirà in prestito al Real Porcospino? Per ora sta convincendo me, ma sappiate che non conta niente, purtroppo.

Ghezzal SV: Ma chi è? Ad ogni modo anche per lui grande disputa sul nome: Gazzo, Ghizzè, Gazol, Gozè, …

Mauri 7: Uno dei pochi che si è preso la briga di giocare a calcio con un pizzico di voglia e concretezza. Preciso, grintoso, sempre presente. Arriva anche al tiro ma non riesce a insaccare. Bravo. Tanta voglia di Serie A.

Marchionni 45: Nel senso dei palloni persi in 45 minuti. Uno al minuto in perfetta media. Tanta voglia di Riviera Romagnola.

Galloppa 6.5: Non male Daniele, non male.

Gianni Wolverine Munari 9: Ad un certo punto cercando una ficcante incursione si è autolanciato ma la palla è finita fuori. Dalla tribuna imponenti cori “VAI GIANNI“. Il fascino, sempre, anche nell’errore.

Biabiany 100: Nel senso che ha toccato 100 palloni, tutti di tacco. Mah.

Palladino 86: Nel senso dei tocchi di palla inutili ogni volta che casualmente ne è in possesso.

Amauri SV: Non che avesse molta voglia di giocare a pallone, comunque una rovesciata inutile l’ha anche provata. Il richiamo della crociera è fortissimo.

Belfodil 7: Fisicamente devastante, si porta a spasso mezzo Renate di velocità e potenza. Serve un assist al bacio ad Alberto Cerri e poi segna scartando 13 difensori. Dai Isacco che Parma ti fa bene, mica la perfida Milano.

Albertone Cerri 6.5: Bravo a giocare d’anticipo sul difensore e trasformare in gol la bella giocata di Belfodil. Buone anche alcune giocate per smarcare i compagni, deve però migliorare la capacità di gestire con calma il pallone, visto che i mezzi fisici ci sono tutti per farsi valere.

Bidaoui 6.5: Grandissimo il nostro corvo marocchino che batte bandiera belga. Un po’ troppo dribblomane se vogliamo, ma mostra cose molto, molto interessanti. Gol di testa e tribuna in delirio: “Chi ha segnato? come si chiama? Bidò! No, aspetta…Bidà! Si dice…Bidè!“. Sono commosso, sinceramente.

Gabrielo.