Le Pagelle di Gabrielo, Parma-Genoa 1-1

Parma bloccato sull’1-1 casalingo contro un Genoa arcigno. Non una delle migliori partite dei crocati che, ad ogni modo, mantengono ancora la lunghissima striscia senza sconfitte. Ed, ora, come sempre…le Pagelle di Gabrielo, Parma-Genoa 1-1.

Mirante 6: Incolpevole sul gol, per il resto non viene chiamato in causa da un Genoa tosto ma ben poco pericoloso in avanti. Domenica noiosa.

Barbapapà Cassani 6: Malino in fase offensiva, tiene bene la posizione in copertura. Come il collega Gobbi, partita senza infamia e senza lode.

Paletta 7: Migliore in campo, senza ombra di dubbio. Dalle sue parti non passa niente. Durante la pausa tra il primo e il secondo tempo viene contattato dalle compagnie aeree di mezzo mondo. Il motivo? Vantaggiosi pacchetti estivi destinazione Brasile.

Lucarelli 6: Partita diligente condita da un intelligente fallo tattico che gli costa un giallo sacrosanto, ma prezioso nell’economia della gara. Nonno garanzia.

Gobbi 6: Vedi Cassani, partita speculare.

Parolo 6: Primo tempo sottotono, tanto che non credo abbia toccato più di tre palloni. Nel secondo si sveglia, entra nel vivo del gioco e prova anche a dare una mano in avanti. Arriva qualche volta al tiro, peccato che ci arrivi con la lucidità di…di…Acquah.

Munari 5.5: Mi piange il cuore dare un voto del genere a Giannissimo. Schierato in mezzo, non ha le geometrie per il ruolo e soffre abbastanza. Nel secondo tempo ha la possibilità di segnare: lo specchio della porta è spalancanto ma il buon Gianni ciabatta alla…alla…Acquah.

Acquah 6.5: Nonostante i piedi montanti al contrario è paradossalmente il centrocampista più ordinato del Parma. Fisicamente un portento. In costante crescita.

Skel8 6.5: Lo 0.5 in più è per il bel gol che lo consacra come uno degli uomini più caldi in zona gol del Parma. In generale c’è stato un calo piuttosto evidente rispetto alla partita strepitosa contro il Milan. Meno corsa, meno intensità e tanti palloni pasticciati.

Amauri 6: Lotta come un coccodrillo lettone lasciato senza cena per un mese ma può contare su pochissimi palloni giocabili. Perin compie un bell’intervento su un suo efficace colpo di testa.

Cassano 5.5: Primo tempo disastroso. Nel secondo si sveglia (forse complice anche un divertentissimo calcio in testa di quell’ignorante seriale di Burdisso) e mette alcuni palloni interessanti. Troppo poco per il genietto di Old Bari.

Obi 6: Grintoso e ordinato.

Biabiany 6: Prova qualche sgroppata delle sue ma non incide, anche a causa di una botta al ginocchio rimediata poco dopo essere entrato in campo.

Palladino 5.5: Entra, tocca dodici palloni e ne perde undici. Ottimo.

Gabrielo.