Le Pagelle di Gabrielo, Chievo Verona-Parma 2-3

Primi tre punti in cassaforte per il Parma di Donadoni, dopo una partita molto difficile contro il Chievo Verona. Si sono viste ottime giocate ma anche cose drammatiche: efficaci come i dribbling di Ghezzal…Le Pagelle di Gabrielo, Chievo Verona-Parma 2-3.

Mirante 6: Prende due gol dove solo un santo non commetterebbe una strage omicida ai danni dei solerti compagni della difesa, per il resto ordinaria amministrazione con un paio di uscite e una conclusione centrale di Maxi Lopez.

Pedro bellissimo Mendes 6: Il fascino della Serie A si è impennato in borsa. Partita onesta da terzino destro con qualche tentativo di spingere e un magico doppio passo da fermo che se visto con gli occhiali 3D dicono possa mettere incinta le donne. Attenzione.

Andrea Costa 5.5: Sul primo gol del Chievo si fa mangiare vivo sulla fascia rimanendo fermo come una statua di bronzo e dimostrando la reattività di una crostata di marmellata di prugne. Di testa e di fisico, invece, sembra poter farsi valere.

Lucarelli 5.5: Soffre anche oggi, d’altronde senza Paletta i meccanismi sono diversi. Nel momento peggiore del Parma tenta un tragicomico gol di mano con tanto di esultanza accennata e strozzata dall’ovvio fischio e conseguente giallo. Magico.

Gobbi 6: Senza infamia e senza lode, incide poco in spinta ma garantisce sempre un apporto costante per i compagni. Con Massimone si va sul sicuro, sicuramente l’astuto e giovane Ricciozzi avrà preso nota. Vero?

Acquah 5.5: Oggi molto meno bene rispetto alle eroiche prime due uscite dove sembrava l’unico giocatore di pallone in mezzo a una banda di pizzaioli acrobati. Perde troppi palloni e si incaponisce in dribbling senza senso. I suoi tiri dalla distanza sono al vaglio dei RIS di Parma.

Lodi 5: Ad un certo punto tenta di lanciare un giocatore invisibile sulla fascia. Diciamoci la verità: Lodi, per ora, non ci capisce molto, con l’aggravante di dover avere a fianco un altro play. La cosa preoccupante è che in queste prime partite sembra avere la velocità decisionale di una birra doppio malto.

Gigi Jorquera 5: Difficile commentare la partita di un essere umano che ha inciso talmente tanto sulla gara che hai dovuto editare l’articolo perché ti hanno fatto notare che ti eri completamente dimenticato della sua presenza in campo. Ottimo!

Ghezzal 4.5: Ad un certo punto del primo tempo Ghezzal parte come un vero cavallo pazzo sulla fascia, entra in area con fare da guappo e…al posto di scartare l’avversario riesce a dribblare se stesso con un potentissimo gioco di prestigio. Io lo dico: secondo me Ghezzal pratica la magia nera.

Cassano 8: Un poeta del pallone. Ogni giocata, anche quelle sbagliate, hanno dietro un’idea intelligente: velocizzare l’azione, prendere tempo, portare via gli uomini per liberare i compagni e potremmo continuare per ore. Il suo primo gol è una magia da campione assoluto, il secondo è la perla di un’azione strepitosa. Molte persone dovrebbero stare un paio di notti in ginocchio sui ceci prima di blaterare di Antonio Cassano from Bari Vecchia with love & pesce sempre freschissimo.

Belfodil 5: Io capisco che vieni da un anno infame, ma ti ricordo che nel giuoco del calcio non conta prendere a pallonate i difensori. Nella speciale classifica mondiale di tiri e cross ribattuti è primo con un vantaggio spaventoso sul secondo, Mario Ruoppolo Cottafava, classe 2002 del Real Quartiere Colombo.

Massimo Coda Ministro della Guerra 8: Entra e cambia la partita: recupera un pallone in difesa, si fa tutto il campo e serve a Cassano che dipinge l’1-1. Porta in vantaggio il Parma con un’azione da vero attaccante centrale e mette sui piedi di Cassano l’1-3 con un colpo di petto che ha fatto andare su tutte le furie Graziano Pellè. No ai selfie, sì alla guerra.

Daniele Galloppa 8: A parte che questo è entrato in campo con la grinta di dodici leoni birmani dopo un mese in gabbia, roba che pure quel criminale di Acquah si è spaventato, ha messo il sinistro fatato nel secondo e terzo gol del Parma. Welcome back, mannaggia!

Rispoli SV: Secondo me potrebbe avere una buona carriera da wrestler.

Gabrielo.