Nuovo Cinema Crociato – N°9 – Galliani, il Milan, Benabanana

Ed ecco l’immancabile rubrica cinematografica. Si chiama Nuovo Cinema Crociato, e raccoglie le locandine e le trame dei film che vedono tra i protagonisti alcuni giocatori e dirigenti del Parma. Grazie al Nuovo Cinema Crociato potrete prendere spunto nel caso vogliate recarvi al cinema e proprio non sapete che film guardare.

Nella nona edizione del Nuovo Cinema Crociato, signore e signori…

eraavanticretinoERA AVANTI, CRETINO

Cast Principale: Adriano Galliani

Trama: Adriano Galliani, da quando deve cercare di nascondere i problemi economici del Milan, è alla ricerca della costruzione della squadra perfetta però combina solo disastri. Alla sagra della porchetta incontra Mino Raiola che lo convince a comprare Balotelli perchè, dice, è diventato un santo. Acquista Mexes, senza accorgersi che in realtà non è un difensore bensì un’ ex campionessa nazionale kazaka di sollevamento pesi. La squadra non riesce ad ingranare, e corre quasi il rischio di non qualificarsi per la Champions League. Galliani allora telefona a Nicchi, e grazie a questa telefonata nella successiva partita contro il Siena il Milan vince e conquista il terzo posto. Nella stagione successiva, però, la squadra rossonera palesa le stesse difficoltà dell’anno precedente, e allora Galliani prima della sfida contro il Parma fa ancora una telefonata a Nicchi per cercare di tranquillizzarsi. Il Milan, però, viene sconfitto all’ultimo secondo con una punizione di Parolo. Galliani, arrabbiatissimo, alza il telefono ed esclama “Nicchi, accidenti a te!”. “Ma come, Adriano, perchè ti arrabbi con me? Ho fatto anche spostare il pallone sulla punizione di Parolo per confondere le idee al tiratore…“. Galliani, arrabbiatissimo, risponde: “Era avanti, cretino!

Il film dimostra quanto sia difficile, a volte, adattare una trama originale ad una locandina ritoccata. Diamine, che fatica…

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

milanaddamsfamilyTHE MILAN FAMILY

Cast Principale: Adriano Galliani, Kakà, Berlusconi, Veronica Lario, Alessandro Matri, Philippe Mexes, Mauro Tassotti

Trama: Il film racconta la storia della curiosa e peculiare Famiglia Milan, nucleo famigliare colpito da un sortilegio lanciato da Parolo all’ultimo minuto di un Parma-Milan. Silvio Milan, capofamiglia e uomo d’affari, tira di scherma in salotto e si rilassa nella sua personale stanza delle torture, chiamata “Sala Bunga Bunga”, legato ad una ruota. Morticia Lario, perfetta donna di casa (anche se nei sequel lascerà il marito), veste esclusivamente di nero e ama le rose. Mexescoledì è una bimba molto matura per la sua età, molto brava a scuola ma troppo violenta e nervosa; ha un animale di compagnia, un ragno peloso, e gioca con delle bambole raffiguranti i suoi avversari, che normalmente decapita. Ricardo Pugsley è il fratello di Mexescoledì, che ama gli esplosivi con i quali però si infortuna una volta al mese. Zio Fester Galliani, invece, è abilissimo nell’accensione delle lampadine, che introduce in bocca, e racconta tutti i giorni ai nipotini di come, una volta, a Marsiglia riuscì a spegnere le lampadine di un riflettore dello stadio… Lurch Tassotti, invece, è il maggiordomo di casa, mentre Mammà Matri è capace di leggere nel futuro, nel quale non si sa come abbia potuto non vedere che andando al Milan non avrebbe praticamente mai giocato.

Può sembrare un film horror, all’apparenza, ma se chiudete sempre gli occhi quando appare Galliani vi ricrederete, il resto del film è abbastanza divertente.

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

rigorein60secondiRIGORE IN 60 SECONDI

Cast Principale: Yohan Benabanana

Trama: Spinto da una passione irrefrenabile per le caviglie altrui, Benabanana si da al calcio e diventa un difensore fortissimo. Potenza fisica incredibile, classe cristallina, nessun attaccante lo può superare. Si vocifera che in 60 secondi lui possa rubare palla con precisione e poi scartare tutta la squadra avversaria grazie alla sua tecnica invidiabile. Quando si rende conto di avere tutte le carte in regola per vincere il pallone d’oro, decide di chiedere all’allenatore di lasciarlo in panchina per una decina di partite. Non ama, infatti, apparire, lui sa di essere un campione e gli basta. Un giorno, però, scopre che suo fratello è stato rapito, e che a cambio gli è stato chiesto di restituire le tibie dei giocatori del Catania che lui aveva conservato dalla stagione anteriore. I suoi preziosi cimeli, erano però rimasti a casa della sua ex fidanzata, con la quale non si era lasciato molto bene. Benabanana tenta di convincerla per farsi dare almeno le tibie che avrebbero salvato il fratello. La sua ex, però, gli dice che accetterà solo se lui sarà capace, nel match contro il Genoa, di causare un rigore non più tardi di 60 secondi dopo il fischio d’inizio. Ce la farà il nostro eroe?

Per le riprese in cui Benabanana scarta tutto l’Uzbekistan senza nemmeno sudare non è stata utilizzata nessuna controfigura. Dietro alla macchina da presa c’erano Messi, Cristiano Ronaldo e Rooney che quando possono vengono ad imparare dal maestro.

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

L’Editorialista

LEGGI LE ANTERIORI EDIZIONI DI “NUOVO CINEMA CROCIATO”

Nuovo Cinema Crociato – N°1 – Amauri, Paletta, Jankovic
Nuovo Cinema Crociato – N°2 – Ninis, Leonardi, Pellè
Nuovo Cinema Crociato – N°3 – Biabiany, Cassano. Munari
Nuovo Cinema Crociato – N°4 – Okaka, Mirante, Lucarelli, Leonardi, Sansone, Valdes
Nuovo Cinema Crociato – N°5 – Gobbi, Gervasoni, Marchionni
Nuovo Cinema Crociato – N°6 – Sansone, Cerri, Okaka, A.Lucarelli
Nuovo Cinema Crociato – N°7 – Cassano, Preiti, Palladino
Nuovo Cinema Crociato – N°8 – Paletta, Toni, Mariani