Nuovo Cinema Crociato – N°6 – Sansone, Cerri, Okaka, A.Lucarelli

Ed ecco la rubrica del giovedì. Si chiama Nuovo Cinema Crociato, e raccoglie le locandine e le trame dei film che vedono tra i protagonisti alcuni giocatori e dirigenti del Parma. Sarà una rubrica settimanale, grazie alle quale potrete prendere spunto nel caso vogliate recarvi al cinema e proprio non sapete che film guardare.

Nella sesta edizione del Nuovo Cinema Crociato, signore e signori…

theothersTHE OTHERS

Cast Principale: Nicola Sansone, Roberto Donadoni

Trama: Anno 2132, Grace e i suoi due bambini, allergici alla luce, vivono in una casa isolata ereditata dal bisnonno Roberto Donadoni, nelle campagne parmensi. Fuori la nebbia cancella il mondo, e dentro il buio alimenta le visioni e rende più acuti i sensi. Mentre i bambini leggono vecchie copie di “ParmaFanzine“, si pensa al peccato e alla vita dopo la morte. Nella casa, però, vive un fantasma che non si dà pace, e che cerca la tranquillità per poter varcare finalmente le porte dell’ aldilà. Si tratta dello spettro di Nicola Sansone, giocatore talentuoso dei primi anni ’10, che ha scelto la casa che una volta era di proprietà del suo vecchio allenatore, il lontano parente di Grace e dei suoi bambini, per cercare di tormentare tutti i suoi discendenti. La famiglia vive nel terrore, ed ogni volta che i bambini aprono un vecchio computer ancora sintonizzato su “ParmaFanzine” si sentono urla spettrali e spaventose: “Okakaaaaaaaa, ti rendi contoooooooo, metteva suuuuu Okakaaaaaaaaa“, scatenando un vortice che distruggeva la tranquillità della povera famiglia. Grace un giorno decide, attraverso una famosa medium, di invocare il fantasma del proprio bisnonno. Una volta apparso nella sala, Grace fa l’errore di chiedergli cosa avesse fatto in tutto questo tempo. Con la nota flemma donadoniana, durante 47 ore, 23 minuti e 10 secondi senza cambiare tono di voce e senza particolari pause, lo spettro di Donadoni racconta i suoi ultimi 100 anni. Alla fine decide di aiutare i suoi pronipoti promettendo al fantasma di Sansone di schierarlo nel match decisivo della Purgatorio League, decisiva per essere promossi alla Paradiso League. “Solo perchè Okaka, Amauri, Palladino, Cerri, Biabiany, Boscolo, Attili, Silipo e Martinez sono infortunati“, aggiunge proprio sul finale del film.

In commercio c’è anche il Dvd Limited Edition con il racconto completo, senza tagli, della vita di Donadoni, per la durata totale di 54 ore.

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

trainingdayTRAINING DAY

Cast Principale: Stefano Okaka Chuka, Alberto Cerri

Trama: Il film, come suggerisce il titolo, segue la giornata del giovane attaccante Alberto Cerri e dell’esperto e navigato centravanti Stefano Okaka Chuka. Quest’ultimo è stato incaricato da Pietro Leonardi di valutare se Cerri è adatto a far parte del Parma del Centenario oppure no. Già dai primi momenti si capisce che mentre Cerri rispetta alla lettera il manuale mentre Okaka preferisce confondersi con il campo e adottare un approccio molto più pratico. L’esperto attaccante mostra al giovane Alberto una videocassetta della partita Fiorentina-Parma, e gli spiega: “devi avere iniziativa, Alberto. Donadoni mi aveva detto di fare sponde, di non azzardarmi a fare nessun dribbling o a tenere palla. Io però, come vedi, ho scartato 5 uomini grazie alla mia mole e l’ho passata a Biabiany. E’ incredibile che lui possa fare dribbling e io no“. Cerri pensa che al 90% il dribbling riuscito del compagno sia dovuto a una gran dose di fortuna, ma non lo dice per paura di farlo arrabbiare. Okaka, nel terzo giorno di addestramento, porta Cerri in camera dai suoi compagni per fargli vedere come si preparano. Amauri è seduto su una sedia davanti allo specchio, con l’intero staff dei magazzinieri che con molta cura gli stanno pettinando i capelli; anche Biabiany è davanti allo specchio, al quale si rivolge malizioso: “chi è il più biondo del reame?“. Sansone sta facendo flessioni e, per motivarsi, grida “Gioco io! Stasera gioco io!“, mentre Cassano sta leggendo i Promessi Sposi in barese. Cerri non è sicuro di sapere bene cosa imparare da questa lezione, ma comunque cerca di osservare ogni minimo particolare. Arriva il giorno delle convocazioni e Donadoni prende da parte Cerri: “Alberto, so che tu sei molto diligente, hai visto come si sono preparati i tuoi compagni? Stavano facendo gli esercizi che gli avevo ordinato di fare? Erano 100 flessioni…“. Alberto sa che fare la spia non è una cosa corretta, però non può mentire al suo mister. “Solo Sansone, mister, gli altri stavano facendo dell’altro“. “Ok, allora domani in attacco giocherai solo tu, te lo meriti“. “Ma mister, le ho detto che Sansone stava facendo i suoi esercizi!“. Troppo tardi, Donadoni si era già voltato ed era andato via.

Il film è in vendita in edizione speciale con le extension di Biabiany e la copia dei Promessi Sposi in barese utilizzata nel film da Antonio Cassano.

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

curiosocasolucarelliIL CURIOSO CASO DI ALESSANDRO LUCARELLI

Cast Principale: Alessandro Lucarelli

Trama: Alessandro Lucarelli nasce il 22 luglio del 1977, è un bimbo in fasce ma ha la salute di un novantenne: artrite, cataratta, sordità. Sembra sia un caso irrecuperabile e invece più passa il tempo e più ringiovanisce. A 15 anni inizia a giocare a calcio, nelle giovanili del Piacenza. Il corpo è quello di un ragazzino, ma ha la testa di un veterano, e grazie a questa particolarità esordisce a 18 anni in prima squadra. Cambia molte squadre, fino a quando non arriva a Parma. A 36 anni vive una seconda giovinezza, iniziando un campionato con prestazioni di livello altissimo. Il problema è che, per quel curioso caso di cui è protagonista, ha la testa di un ragazzino di 15 anni, e per questo motivo è un vero “delinquente”: scherza, fa battute continuamente, si diverte con i compagni e fa un casino incredibile. Addirittura Cassano, che ha un passato da discolo, si lamenta di lui e dei suoi scherzi. “Sul serio ero come lui? Mamma mia, che insopportabile“. Sul campo, però, Alessandro ha la voglia e la determinazione di un ragazzino e, proprio grazie a questo, da capitano, guida la difesa del Parma nell’anno del Centenario.

La battuta di Lucarelli contenuta nel film, quando durante la riunione tecnica esclama “ma davvero anche oggi giochiamo con il 3-5-2?!?!?!?“, è stata registrata amatorialmente da Nicola Pavarini con il proprio cellulare durante una vera riunione pre-partita.

Clicca sulla locandina per guardarla nelle dimensioni originali

L’Editorialista

LEGGI LE ANTERIORI EDIZiONI DI “NUOVO CINEMA CROCIATO”

Nuovo Cinema Crociato – N°1 – Amauri, Paletta, Jankovic
Nuovo Cinema Crociato – N°2 – Ninis, Leonardi, Pellè
Nuovo Cinema Crociato – N°3 – Biabiany, Cassano. Munari
Nuovo Cinema Crociato – N°4 – Okaka, Mirante, Lucarelli, Leonardi, Sansone, Valdes
Nuovo Cinema Crociato – N°5 – Gobbi, Gervasoni, Marchionni