NUNZELLA: “IO COME BENARRIVO? MAGARI… MI PIACE SPINGERE MOLTO”

Questo pomeriggio, poco prima dell’ultima seduta d’allenamento prima di partire per Pinzolo, ha parlato per la prima volta da quando è diventato ufficialmente un giocatore crociato Leonardo Nunzella. Il terzino, arrivato da Catania come Garufo, ha potuto così analizzare questa nuova avventura e le sue sensazioni.

Ecco le sue parole:

Lo spirito con cui affronto questa nuova avventura? Spero di affrontarla con lo spirito giusto, darò il massimo per fare bene con la squadra. Se sono in forma? Magari… Mi piace spingere tanto, arrivo spesso sul fondo e crosso molto. Il 3-5-2? Ci ho già giocato, mi sono trovato abbastanza bene, e credo di poter far bene. Il dualismo con Ricci? Giacomo mi è sembrato un ottimo giocatore, poi la concorrenza se è sana va sempre bene. Anche Benarrivo era di Brindisi come me? È un paragone nunzellagrosso, magari fare come lui, ma credo che sia difficile. La trattativa è stata abbastanza lunga, abbiamo avuto dei contatti già a fine stagione, poi ho dovuto aspettare che si risolvesse la situazione a Lanciano. Abbiamo fatto tutto in una ventina di giorni. Le mie prime impressioni sono positive, si respira una bella aria, ed il centro sportivo è incredibile, pochi in Italia hanno un centro come questo, quindi si può fare solo bene. La Lega Pro è la terza categoria, qualcosa in meno della B c’è, non è una categoria facile ma si può fare bene se si è ben attrezzati. Bergamelli? Il Parma farebbe benissimo ad acquistarlo, è un grande amico ed un ottimo giocatore, conosce bene la categoria e per il sistema di gioco che stiamo provando sarebbe il giocatore perfetto. Un appello per la campagna abbonamenti? Posso solo dire che fa piacere vedere la gente allo stadio che ci dà una mano. I carichi in allenamento? Ci stanno, il ritiro è fatto apposta, poi è tutta benzina che ti ritrovi durante il campionato”.