NOCCIOLINI: “IL 4-4-2? MI SONO TROVATO BENE, MA DOBBIAMO LAVORARCI” – VIDEO

Il Parma è sceso in campo già stamattina per una seduta di scarico dopo la gara di ieri contro la Sambenedettese. Al termine della seduta ha parlato Manuel Nocciolini, che ieri ha segnato il quarto gol in sette partite.

Ecco il video e la trascrizione delle parole dell’attaccante crociato:

Il gol? Sono stato fortunato… A parte il gol diciamo che la partita non si era messa bene, ma siamo stati bravi prima a pareggiare l’1-1, poi siamo andati sotto nel secondo tempo e siamo riusciti a portare a casa un punto che è fondamentale per smuovere un po’ la classifica. Il 4-4-2? Mi sono trovato bene, c’è sicuramente da lavorarci perchè avendo sempre fatto l’attaccante in fase difensiva c’è da lavorarci molto. Avremo modo anche in settimana, se riproporrà questo modulo, di migliorare e non fare gli errori che abbiamo fatto ieri. Se mi piacerebbe giocare più vicino alla porta? Da attaccante ti dico di sì, però sta andando bene, ieri ho fatto il samb-evidenzaquarto gol da esterno, cerco di dare sempre il massimo e di prendere quello che viene. Il Parma deve imparare a picchiare un po’ di più in partite come quelle di ieri? Sicuramente, abbiamo tanti giocatori d’esperienza e dobbiamo essere più cattivi. L’arbitro? Non credo che abbia favorito il Parma, secondo me il primo rigore su Calaiò era più netto dell’altro. Io non ho seguito il dopo partita, ho solo letto le dichiarazioni e sono cose che non fanno piacere. Sapevamo che loro era una squadra che attaccava dal primo minuto, abbiamo fatto fatica nei primi venti minuti, siamo venuti fuori e siamo contenti di aver preso questo punto a San Benedetto che è una piazza importante. Ci siamo calati definitivamente nella Lega Pro? Sì, sapevamo che era complicata, sono squadre forti, però noi cerchiamo di fare la nostra parte e di raggiungere il nostro obbiettivo. Ieri dovevamo essere più corti in alcuni momenti della partita, ma cerchiamo di lavorare su questo modulo. Non mi aspettavo di fare quattro gol in sette partite, e di giocare così tanto, ma ho sempre lavorato duramente dal ritiro in poi”.