Nevio Scala: “Il Parma di Donadoni potrà costruire qualcosa di davvero importante”

Nevio Scala, è un nome che non ha bisogno di presentazioni. E’ l’allenatore di quel magico Parma che, appena sbarcato in A, vinse in pochi anni Coppa Italia, Coppa delle Coppe, Coppa Uefa e Supercoppa Europea.
Intervistato dalla Redazione di parmalive.com, ha come sempre parlato dei gialloblù con parole mai banali, ricche di ricordi e di emozioni.

All’allenatore veneto “l’intelaiatura del Parma di Donadoni piace molto, ho molta fiducia nel futuro di questa squadra, perchè credo che si potrà costruire qualcosa di davvero importante. Questo Parma a me piace nel suo complesso: per come propone il suo calcio e per le basi che sta gettando per il proprio futuro.”
Ripetere le gesta del suo Parma, però, è impossibile. “La mia non era una squadra di fenomeni, ma una vera e propria squadra “fenomeno”. Da quando siamo arrivati in Serie A non solo ci siamo rimasti, ma abbiamo centrato sempre il traguardo dell’Europa. L’ambiente che si era creato attorno a quei ragazzi era caratterizzato da una bellissima atmosfera, che si può quasi definire unica. Un’esempio? La notte di Wembley, uno stadio dove era presente mezza città, solo per sostenere quel fantastico gruppo. Ed è normale che ancora oggi, quando vado in giro per l’Europa, moltissimi si ricordano delle imprese compiute da quel Parma.”
Scegliere un momento particolare però è impossibile, perchè “sono state 7 annate fantastiche, sia nei periodi positivi, nelle coppe vinte, sia nei periodi difficili. Ricordo ad esempio che nel primo anno di A siamo passati per un periodo davvero negativo,  ma la socità ci ha tenuto unito, e quella fantastica tifoseria ci è sempre stata vicino.”

E’ normale che quando ascoltiamo qualsiasi cosa detta da Nevio ci scenda una lacrimuccia?