NESSUNA CLAUSOLA RESCISSORIA PER TACI, CHE NON PUO’ PIU’ “TIRARSI INDIETRO”

taci-tribunaNessuna clausola rescissoria per Rezart Taci, qualsiasi cosa emerga dai conti che i suoi revisori stanno controllando in queste ore. A meno che, ovviamente, non vengano riscontrati dei problemi dal punto di vista legale. Nell’accordo siglato tra la Dastraso Holding e Tommaso Ghirardi per la cessione delle quote della Eventi Sportivi S.p.a, infatti, non vi sarebbe traccia di nessuna clausola che permetta al petroliere albanese (sempre assodato che sia lui l’artefice dell’affare, ma ci sono ormai pochi dubbi) di “tirarsi indietro” nel caso vi fossero sorprese. E’ questa la notizia rivelata da StadioTardini.it, che di sicuro semina una certa tranquillità nei tanti tifosi del Parma che nutrivano questo timore.

centro-collecchioLa domanda, infatti, era sorta a molti: “Perchè non hanno controllato i conti in precedenza? Non è che se poi emerge che la situazione debitoria è maggiore a quanto si pensava, Taci poi si tira indietro?“. A quanto pare non vi sarebbe questa possibilità, perchè non esisterebbe nessuna clausola rescissoria che permetta un passo indietro. I revisori starebbero semplicemente facendo il punto della situazione per poi poter organizzare il futuro della società crociata, che passa dal pagamento degli arretrati e dai fondi da stanziare per il mercato. Dopo due giorni di lavoro, le sensazioni che arrivano dal quartier generale ducale sono positive, soprattutto per la serietà che starebbero dimostrando gli stessi uomini di Taci. Sembra che nulla voglia essere quindi lasciato al caso.