Napoli-Parma: La Probabile Formazione di ParmaFanzine.it!

Siamo sinceri e per la prima volta, seduti attorno ad un tavolo cercando di intavolare la probabile formazione del Parma, brancoliamo nel buio. Mai come questa volta, infatti, c’è la concreta possibilità che Donadoni provi una soluzione tattica diversa dal solito, con quel 4-3-3 provato in settimana che prevederrebbe l’inserimento, tra gli altri, di Gabriel Paletta al fianco di Lucarelli al centro della difesa. Esiste però l’eventualità che venga ripetuto quel 3-5-2 già visto fin dalla prima uscita stagionale dei crociati, con un’idea tattica completamente diversa.

Vediamo quindi quali sono le due possibili opzioni, che come osserveremo prevedono interpreti diversi, soprattutto dal centrocampo in su.

provedi4-3-34-3-3

Se Donadoni dovesse optare per una difesa a 4, davanti a Mirante potrebbe tornare titolare quel Paletta che tifosi e staff attendono fin dall’inizio della stagione. La presenza dell’argentino, infatti, sarebbe supportata da Alessandro Lucarelli, che potrebbe appoggiarlo adeguatamente completando la coppia di centrali, con Cassani che tornerebbe nel suo ruolo originale sulla destra, con Gobbi sulla sinistra. Il pacchetto di centrocampo sarebbe composto, in questo caso, da Marchionni, supportato da Parolo sul centrosinistra ed Acquah sul centrodestra, anche se Gargano nonostante il viaggio sicuramente scalpita per poter scendere in campo al San Paolo. Il trio d’attacco, in questo caso, sarebbe formato da Cassano in versione Falso Nueve, con Sansone e Biabiany pronti a garantire velocità, inserimenti negli spazi e soprattutto contropiedi.

parmaprobabileformazionenapoli3-5-2

Nel caso che il modulo non subisca variazioni rispetto alle precedenti uscite dei crociati, aumentano le possibilità che Paletta si accomodi in panchina. La difesa in questo caso sarebbe formata da Lucarelli al centro, con Cassani sul centrodestra e dall’altro lato con Mendes favorito rispetto a Felipe. Il centrocampo vedrebbe tra i suoi interpreti Gobbi sulla sinistra e Biabiany (complice anche l’assenza di Rosi) sulla destra; al centro, invece, Marchionni agirebbe come regista, accompagnato da Parolo ed Acquah. L’attacco, in questo caso, potrebbe essere formato con delle logiche differenti rispetto a quelle che caratterizzerebbero la scelta di un modulo diverso. La velocità di Biabiany si sfrutterebbe sulla fascia, e quindi assieme a Cassano potrebbe scendere in campo Amauri, per dare peso e soprattutto capacità di mettere giù palla e far risalire la squadra.

Staremo a vedere quali saranno le scelte del tecnico crociato, quando poco prima del fischio d’inizio verranno comunicate le formazioni ufficiali. Qualsiasi sia il modulo, in ogni caso, servirà una partita di spessore: il Parma ha già espugnato il San Paolo in passato, e riuscire a ripetersi stasera sarebbe importantissimo.

L’Editorialista