NAPOLI-PARMA 2-0 – PARTITA SENZA STORIA, IL PARMA CHIUDE IL 2014 CON L’ENNESIMA SCONFITTA

L’ultima gara del 2014, purtroppo, è nel segno della continuità con quanto visto da settembre in poi. Troppo, troppo facile per il Napoli andare in vantaggio, raddoppiare ed amministrare la gara, con Mirante che ha compiuto qualche miracolo (senza dubbi è stato lui il migliore in campo nel Parma), mentre il collega partenopeo non ha nemmeno dovuto sporcarsi i guanti. Dal sesto posto alla querelle societaria, termina così un anno che dal punto di vista sportivo si è trasformato in un vero e proprio incubo. Domani, in conferenza stampa, vedremo e capiremo che futuro potrà avere questa società. Nella speranza, ovviamente, che il 2015 regali al Parma una situazione migliore, sia dal punto di vista sportivo (con il mercato di gennaio), sia da quello societario.

LA FORMAZIONE: Donadoni, per l’ultima sfida del 2014, decide di cambiare modulo, schierando un 4-3-3 che in fase difensiva muta in un 4-5-1. Mirante in porta, Paletta e Lucarelli al centro della difesa, con Santacroce a destra e Gobbi a sinistra. Trio di centrocampo formato da Acquah, Galloppa e Mauri. Cassano punta centrale, con Palladino e De Ceglie ali.

napoli-evidenzaLA PARTITA: Un Parma confuso dalle voci societarie, in balia di una situazione in divenire che sembra essere via d’uscita, con che animo può scendere in campo? E’ questa la domanda che tutti ci siamo posti fino al fischio d’inizio di Napoli-Parma. Il cambio di modulo di Donadoni, che ha deciso di rispolverare dall’armadio il buon vecchio 4-3-3, sembrava un segnale chiaro: scendiamo in campo per giocarci la gara. I crociati, però, a parte un paio di spunti iniziali, si spengono alla prima difficoltà. Dopo 19 minuti il Napoli è infatti già in vantaggio: lancio per Zapata che stoppa il pallone al centro dell’area, resiste alla carica di un Paletta non esente da colpe, e scarica in rete. Un gol che scombina completamente i piani di una squadra che puntava a difendersi per poi provare a fare male in contropiede. Sotto di una rete, il Parma è così costretto a provare a fare la partita, anche se le uniche idee si riducono a lanci lunghi per Cassano, che ovviamente non ne prende una. E’ così ancora il Napoli a farsi avanti, tranquillizzato dalla pochezza offensiva del Parma. E dopo 10′ la squadra di Benitez trova anche il raddoppio: Gobbi atterra Callejon in area, rigore e giallo per il terzino crociato. Dal dischetto va Mertens, con Mirante che tocca ma non evita il gol. I restanti 15′ del primo tempo sono l’emblema di una squadra che fatica, fatica tantissimo a trovare una qualsiasi forma di coesione, con una manovra macchinosa, e a tratti inesistente. Si va dunque al riposo sul 2-0, con una partita praticamente già compromessa.
Il secondo tempo si apre con un cambio: De Ceglie resta negli spogliatoi, con Rispoli che prende il suo posto. Il Parma dovrebbe provare a riaprire la gara, e anche se timidamente, prova fin da subito a spostare in avanti il baricentro, aprendo spazi per il contropiede del Napoli. Ed è proprio nel secondo tempo che Antonio Mirante conquista la palma di migliore dei suoi. Al 3′ e al 12′ compie due miracoli su Zapata, al 21′ blocca un tiro insidioso e al 28′ si rende ancora protagonista con un intervento su Higuain. Nel mezzo il Parma prova a farsi vedere in avanti, seppur con limiti palesi. Al 27′ è il palo a mettersi in mezzo tra il Parma e la rete, con Lodi (entrato al posto di Galloppa) che per pochi millimetri non trova il suo primo gol su azione con la maglia crociata. I cambi dei due allenatori, in ogni caso, fanno capire molte cose. Donadoni ha uomini contati e poche alternative, mentre Benitez, sul 2-0 può permettersi di coprirsi, inserendo De Guzman e Jorginho, per non parlare di Higuain, che ha preso il posto di Zapata. Dopo l’ingresso di Rispoli e Lodi, invece, Donadoni è costretto ad inserire Mendes per Santacroce, che ha accusato problemi di crampi. La partita, nel frattempo, sfila via, con Donadoni che guarda sbigottito le difficoltà enormi dei suoi, domandando a sè stesso come sia possibile perdere la maggior parte dei contrasti in mezzo al campo. Prima del fischio finale, ad Higuain viene annullato un gol per fuorigioco, mentre Rafael, nella propria porta, osservava i propri guanti rimasti praticamente intonsi. Serve dire altro?

IL FILM DEL PRIMO TEMPO:

1′ – Partiti!
4′ – Occasione per il Napoli!!! Callejon calcia alto di poco!
7′ – Grande azione del Parma!!! Dai e vai tra Cassano e De Ceglie, con quest’ultimo che però è finito in fuorigioco. Buono però il piglio offensivo!
14′ – Ci prova Mertens da fuori, pallone in angolo.
19′ – Gol di Zapata, che stoppa il pallone, resiste alla carica di Paletta e gira in porta battendo Mirante. Napoli-Parma 1-0
25′ – Ci prova Cassano: finta e tiro da fuori area, pallone a lato.
30′ – Rigore per il Napoli, giallo per Gobbi che ha sgambettato Callejon.
30′ – Raddoppio del Napoli, Mertens dal dischetto beffa che Mirante, che tocca ma non evita il gol. Napoli-Parma 2-0
33′ – Certo che se l’arbitro fischiasse un fallo anche per noi, ogni tanto, non sarebbe nemmeno una brutta cosa…
35′ – Giallo per Galloppa che ha atterrato Zapata al limite dell’area di rigore.
36′ – Britos da due passi di testa non centra la porta!!! Parma sempre più in difficoltà.
42′ – Fallo per noi, miracolo! Certo che ci sarebbe stato anche il giallo, ma ormai si è capito come va stasera….
43′ – Cassano calcia la punizione, pallone a Sorrento.
44′ – Ci prova anche David Lopez per il Napoli da fuori area, pallone sempre a Sorrento. Ci scusiamo con gli abitanti.
45′ – Termina il primo tempo senza nemmeno un secondo di recupero. Napoli-Parma 2-0

IL FILM DEL SECONDO TEMPO:

1′ – Parte il secondo tempo. Cambio nel Parma, dentro Rispoli e fuori De Ceglie.
1′ – Dopo 45” cartellino giallo per Santacroce, che entra in ritardo su Mertens.
3′ – MIRACOLO DI MIRANTE CHE IN USCITA BLOCCA ZAPATA!!! Erroraccio di Galloppa che ha praticamente messo l’attaccante napoletano solo davanti al portiere.
3′ – Giallo per Gargano che è entrato duro su Cassano.
12′ – Si prepara Lodi.
12′ – OTTIMA PARATA DI MIRANTE SU ZAPATA!
13′ – Fuori Galloppa, dentro Lodi.
16′ – Callejon sfiora il gol, il suo destro termina sul fondo.
19′ – Cambio per il Napoli, fuori Mertens, dentro De Guzman.
21′ – ANCORA MIRANTE!!! SALVA IL PARMA!!!
25′ – Fuori Zapata, dentro Higuain. Secondo cambio per il Napoli.
27′ – PALO DI LODI!!!!!!!!!! CHE SFORTUNA!!!!!!!! Tiro di Lodi che sbatte sul palo, tocca Rafael e finisce in angolo!
28′ – PARATONA ANCORA DI MIRANTE!!!! Il Parma si scopre, in cerca del vantaggio, lasciando spazi agli avversari.
31′ – Terzo cambio per il Parma: fuori Santacroce, dentro Mendes.
33′ – Terzo cambio anche per il Napoli: fuori Callejon, dentro Jorginho.
37′ – Giallo a Mendes per proteste.
45′ – 3′ di recupero.
48′ – Gol annullato ad Higuain per fuorigioco.
49 ‘ – Termina la gara: Napoli batte Parma per 2 a 0.

L’Editorialista