Munari: “Buon punto, peccato per le occasioni sprecate”

Per la seconda volta in stagione (la prima all’andata contro l’Udinese) Gianni Munari è entrato in campo dal primo minuto, disputando una buona prova sotto il punto di vista dell’impegno, anche se con qualche errore di troppo.

parmagenoaevidenzaEcco le parole che abbiamo raccolto in Mixed Zone, in un’interessante chiacchierata con il centrocampista del Parma:

E’ stata una buona partita, peccato perchè abbiamo avuto tante occasioni, e facendo un gol si potevano avere più spazi. Noi con giocatori più tecnici davanti potevamo avere qualche occasione in più, ma tutto sommato è stata una buona partita. Loro sono una squadra compatta, difficile da affrontare. L’orario? E’ un po’ strano, ma non è poi così difficile abituarsi, è come giocare alle tre. Devi cercare di trovare la concentrazione fin da subito, e questa mattina abbiamo fatto un riscaldamento alle 8:30 per concentrarci. E’ stata molto combattuta in mezzo al campo, loro avevano tre attaccanti davanti ma venivano sempre a fare il raddoppio su di noi, e quindi non era facile. Avremmo potuto verticalizzare meglio, e abbiamo sbagliato qualche passaggio di troppo, ma tutto sommato è stata una buona gara”.

Sul tiro ho sbagliato, cavolo, potevo fare di più. Mi spiace perchè ho provato a piazzarla, ed è stato un peccato. Io come ho sempre detto spero di essere utile alla causa, perchè giocare per il Parma è veramente un piacere, si vede che siamo un’ottima squadra, organizzata bene, e spero di ritagliarmi quei piccoli spazi che siano utili per raggiungere il nostro obiettivo. Mercoledì andremo come abbiamo fatto fino ad adesso, come abbiamo fatto anche all’andata. Giocando contro una squadra come la Juve devi cercare di tirare fuori il 100%, e poi le cose vengono da sè”.

L’applauso del pubblico nella sostituzione? Per me è fondamentale, sono sempre stato un giocatore molto legato alla tifoseria, mi sento partecipe nei loro confronti, li ringrazio e cerco di ripagare la fiducia sempre”.