MONDIALI UNDER 17 – L’Italia di Cerri fatica ma è agli ottavi. La Slovacchia di Haraslin raggiunta allo scadere

Ieri, mentre il Parma cercava di digerire la sconfitta maturata a Verona, negli Emirati Arabi si è giocata la seconda giornata dei gironi eliminatori del Mondiale Under 17, che vedono impegnati due giovani talenti crociati: Cerri e Haraslin.

L’Italia capitanata da Alberto Cerri ha sconfitto la Nuova Zelanda con un risicato 1-0, qualificandosi così agli ottavi di finale con una giornata di anticipo. Gli azzurrini di Zoratto, però, hanno sofferto non poco: nel primo tempo Scuffet, il portiere azzurro, prima causa un rigore con un’uscita su Holthusen, e poi lo para compiendo un secondo miracolo anche sulla ribattuta. Nel secondo tempo Zoratto inserisce Vido al posto di Fabbro, ed è proprio il neo entrato a portare in vantaggio l’Italia finalizzando una ribattuta del portiere avversario dopo un tiro di Cerri. L’Italia, dunque, si porta a 6 punti, e ora sfiderà l’Uruguay con la qualificazione in tasca e per giocarsi il primo posto del girone.

Per la Slovacchia di Lukas Haraslin, invece, non è di certo un Mondiale fortunato. Dopo la sconfitta per 6-1 contro il Brasile, gli slovacchi hanno faticato contro l’Honduras. Haraslin e compagni prima sono passati in svantaggio, poi hanno ribaltato il match, per farsi però recuperare proprio al 90′. La qualificazione agli ottavi ora diventa molto difficile.