Mirante: “E’ un buon pareggio, il loro gol ci ha frastornato”

bolognaparmaevidenzaAntonio Mirante, che in un paio d’occasioni ha salvato i crociati dal secondo gol del Bologna, è arrivato nella Zona Mista del Dall’Ara con un braccio fasciato (“è una tendinite che mi fa soffrire, ma guardiamo avanti…“), che comunque non gli precluderà la possibilità di rispondere alla chiamata in Nazionale di Prandelli. Prima però c’è da commentare un pareggio tutto sommato immeritato, che però regala al Parma un punto prezioso per come si era messa la gara.

Ecco le parole del portiere crociato, raccolte dai microfoni di ParmaFanzine.it:

mirantebologna

“La discussione ad inizio secondo tempo? Era una discussione perchè il raccattapalle stava perdendo del tempo, ma sono cose che succedono tutte le domeniche. Sicuramente oggi era difficile, perchè il Bologna faceva molta densità davanti alla difesa, e quel gol ovviamente ci ha un po’ frastornati, perchè comunque è stato preso in un modo non bello, e poi a fine primo tempo. Siamo entrati in campo nel secondo tempo non bene, poi piano piano abbiamo macinato gioco, e come ho detto prima non era facile. Abbiamo trovato un gran gol con Raffaele, e questo ci ha un po’ aiutato, e anche se abbiamo un po’ rischiato allo scadere credo che sia un buon punto. Abbiamo provato a vincere, ma c’è da tenere conto che ci sono anche gli avversari che oggi erano ben messi in campo, ed abbiamo trovato delle difficoltà nell’ultimo passaggio. E’ un buon pareggio”.

La Nazionale? E’ importante perchè siamo in quattro, penso che per il Parma sia un bel vedere, perchè ci gratifica e ci da stimolo per continuare non solo in ottica Nazionale ma anche per queste cinque partite. Partire in quattro è bello, dividiremo le spesesorride – fa piacere vedere che i sacrifici che sono stati fatti danno dei risultati e questo ci spinge a fare bene”. I quattro crociati divideranno le spese del viaggio, ma in una macchina, come gli facciamo notare noi di ParmaFanzine, ci sono 5 posti, quindi c’è anche posto per Cassani… “Se verrà convocato la macchina la faremo portare a lui, ci manca l’autista – scherzaè un giocatore che merita perchè sta facendo cose importanti“.

Abbiamo colto anche l’occasione per chiedere se, viste le sue capacità nei dribbling e con i piedi, sarà lui il prossimo regista adattato da Donadoni davanti alla difesa: “Quello di oggi non era un dribbling, era un movimento per non rilanciare addosso a Lucarelli e all’avversario. Io regista? – sorride – Non vorrei fare le scarpe a Marchionni…