MERCATO – Ghezzal al Latina via Parma, mentre MacEachen torna al Peñarol. Pavarini al Genoa?

La rosa del Parma è ormai quasi al completo. Lo ha ripetuto per l’ennesima volta l’Ad crociato dopo la vittoria in Coppa Italia di sabato sera. Restano da completare alcuni movimenti in uscita, per lasciare a Donadoni un gruppo di 24-25 giocatori su cui puntare in una stagione che vedrà il Parma impegnato in campionato ed in Coppa Italia.
Il trio di assi del mercato crociato (Leonardi, Preiti e Imborgia), però, non si lascia scappare nessun affare, sia se si tratta di giovani talenti, sia nella ricerca di sfruttare qualche occasione per acquistare dei giocatori che possano servire come pedina di scambio in futuro.

albumparmaRadio Mercato, proprio in queste ore, parla dell’arrivo al Parma di Ghezzal dal Bari. L’affare si starebbe concretizzando, ma l’attaccante 28enne non rimarrà in maglia crociata: verrebbe girato al Latina, in Serie B. Questo almeno è ciò che viene riportato dalle molte testate che si occupano di calciomercato, anche se il suo procuratore avrebbe escluso la possibilità dell’approdo alla società laziale. Dal punto di vista delle cessioni, invece, è ritornato a far parlare di sè un giocatore che era finito un po’ lontano dai riflettori, ovvero Mac Eachen. Il giovane difensore uruguayano, infatti, è tornato a vestire la casacca del Peñarol, firmando un contratto fino al 2015, come avrebbe affermato lo stesso difensore ad una trasmissione locale.

Dopo la cessione di Morrone al Latina, si parla sempre più insistentemente di un altro “senatore” pronto a fare le valigie. Nicola Pavarini, infatti, si starebbe per accasare al Genoa, almeno secondo quanto riportato dal sito ParmaLive. A.Lucarelli, invece, starebbe valutando un’offerta del Livorno, anche se secondo le indiscrezioni che circolano tra i vari media l’affare sarebbe più complicato. Su questi temi, però, lo stesso Leonardi al termine del match contro il Lecce si era espresso con cautela. Nelle parole riportate da StadioTardini.it, infatti, l’Ad crociato ha dichiarato che quello che importa è la volontà degli stessi calciatori: “Se i calciatori vogliono – come è successo per Stefano (Morrone, Ndr) – andare a giocare, noi non è che ci mettiamo di traverso. Però siamo fiduciosi che possiamo restare più o meno quelli che siamo”.

Su altre frequenze, infine, è trapelata una voce che si avvicina molto al limite della “MioCugginata”: la Juventus per arrivare alla metà di proprietà del Parma di Biabiany avrebbe messo sul piatto 5 milioni di euro, più le comproprietà di Marrone, F.Rossi e Beltrame.
Se “MioCugginata” non è, poco ci manca…