MERCATO – FERRAGOSTO CALDO TRA USCITE E OBIETTIVI DA CENTRARE

Sarà un ferragosto caldo, anzi, caldissimo per gli uomini mercato del Parma. Leonardi ed il suo staff, infatti, dovranno lavorare moltissimo sia sul fronte delle uscite (sono 8 i crociati che potrebbero partire) che su quello delle entrate, con diversi obiettivi che però hanno bisogno di una sterzata decisiva (anche dal punto di vista economico) per essere centrati.

Facciamo allora il punto sulle varie trattative:


USCITE:

GHEZZAL: Sul giocatore ci sono parecchie voci che si sono rincorse negli ultimi giorni. La Salernitana, secondo diverse indiscrezioni, vorrebbe puntare su di lui. L’agente non ha smentito l’interesse ma ai microfoni di ParmaLive.com ha dichiarato che “se Ghezzal si mette in testa qualcosa, non molla facilmente. E’ un ragazzo che non molla mai nulla. Questa (del Parma, Ndr) per lui è una chance molto importante, perché gli può permettere anche di tornare in Nazionale, perciò se la vuole giocare“. Tanta voglia di Parma, quindi, ma vanno attese le valutazioni di Donadoni che deciderà nei prossimi giorni se l’apporto dell’algerino potrà essere utile alla causa crociata. A smentire l’interesse della Salernitana, invece, è Preiti. “Ghezzal? Non c’è mai stata una trattativa per questo giocatore, posso assicurarvi che la Salernitana non lo ha mai richiesto“, ha detto ai microfoni di TuttoSalernitana.com.

biabianyinterwbaBIABIANY: Si defila il Wba, entra in gioco lo Shalke 04. E’ davvero curioso pensare alla quantità di squadre che sono state avvicinate a Jonathan Biabiany negli ultimi due anni. Il Wba, secondo quanto riportato dal Daily Mail, avrebbe ritenuto eccessiva la richiesta del Parma (10 milioni di euro), ed avrebbe fatto un passo indietro. Oltre a questo presunto inserimento dello Shalke 04, sul francese c’è sempre il pressing dell’Inter, che però cerca di mettere sul piatto delle contropartite tecniche. Il Parma ci starebbe ragionando, ma il conguaglio economico dev’essere comunque consistente per convincere Leonardi a cedere il giocatore.

CODA: Per chi ha seguito le vicissitudini del Nova Gorica, lo scorso anno, quello di Coda è un nome già noto: l’attaccante nato a Cava dei Tirreni, infatti, nella scorsa stagione ha vinto la classifica capocannonieri del campionato sloveno. Tutti gli altri, invece, l’hanno conosciuto per la prima volta domenica scorsa, dopo la sua tripletta messa a segno contro l’Oltrepò Voghera. Su di lui c’è il pressing della Salernitana, che però dovrà incontrarsi con l’agente del giocatore. “Abbiamo presentato una nostra proposta, siamo in attesa di una risposta da parte della dirigenza granata. Al momento la trattativa è soltanto in una fase iniziale“, ha rivelato il suo procuratore ai microfoni di Salerno Granata.

GLI ALTRI: Con Ninis che è praticamente già in Grecia (non gli è nemmeno stato assegnato il numero di maglia), ci sono altri giocatori che potrebbero partire nei prossimi giorni. Musacci, Loviso e Santacroce sono sicuramente fuori dal progetto tecnico di Donadoni, e sono solo in attesa di una sistemazione gradita sia a loro che alla società. Difficile che Rispoli possa restare, ed è probabile che possa essere utilizzato come contropartita in qualche affare. Bidaoui e Ghezzal, invece, sono ancora sotto la lente d’ingrandimento del tecnico, che deciderà nei prossimi giorni se potranno far parte del Parma che si appresta ad iniziare la nuova stagione.

biabiaschelottoENTRATE:

SCHELOTTO: Come per Cassani, che ha rivelato di aver avuto sin dall’inizio un accordo con Leonardi, anche Schelotto sembra che sia d’accordo con il Parma da tempo. A rivelarlo è il Corriere dello Sport anche se il vero dubbio è legato alla formula con la quale l’oriundo potrebbe tornare a vestire la maglia crociata. L’Inter vorrebbe inserirlo come contropartita per arrivare a Biabiany, ma bisogna capire se l’operazione possa andare in porto anche se slegata da altre operazioni di mercato. Nel frattempo il Galgo non è stato inserito nella lista Uefa dell’Inter: un altro segnale inequivocabile del fatto che Mazzarri non ha nessuna intenzione di puntare su di lui.

LODI: Prosegue sotto traccia il pressing del Parma per Francesco Lodi. Come è stato ripetuto più volte un po’ da tutti i siti specializzati, sarà proprio la prossima settimana quella forse decisiva per l’arrivo del giocatore che garantirebbe al centrocampo crociato quella qualità richiesta da Donadoni, e promessa da Ghirardi nei giorni scorsi. Secondo la Gazzetta dello Sport, inoltre, l’arrivo di Lodi porterebbe alla cessione di Jorquera, che per ora ha convinto a fasi alterne nel ruolo di regista.

BERTOLACCI: Secondo Sky l’affare era ben avviato e molto vicino alla conclusione. La realtà, invece, si è dimostrata essere ben diversa. Troppa la distanza dalle richieste del Genoa e l’offerta del Parma. A rivelarlo è stato proprio il Patron della squadra genovese, Preziosi: “Per Bertolacci si è fatto avanti il Parma ma con un’offerta non consona, perché io non posso privarmi di un giocatore importante per poi scambiarlo con qualcosa di meno importante. Non posso definire incedibile nessuno, ma quell’offerta non è sufficiente nemmeno per farmi solo pensare di cederlo“. Se il Parma vorrà puntare su questo giocatore, quindi, servirà un notevole sforzo economico. Difficile, almeno all’apparenza, che il Genoa decida di andare incontro alla società crociata.

(La foto di Schelotto e Biabiany, poi modificata, è tratta dal profilo Instagram ufficiale di Schelotto)