PARMA – MERCATO E ATTACCO: SI ATTENDONO NOTIZIE DALL’INFERMERIA PRIMA DI AGIRE

Quando Matteo Guazzo provando qualche punizione al termine dell’allenamento ha sentito che qualcosa non andava, le idee degli uomini mercato crociati erano abbastanza chiare. Quel contrattempo, però, potrebbe cambiare un po’ tutte le carte in tavola. Se prima, infatti, si pensava di aspettare gennaio per poter valutare meglio le condizioni di Longobardi ed eventualmente pescare qualche giocatore “futuribile” nel mercato dei professionisti, ora l’ingresso di Guazzo in infermeria potrebbe spingere Minotti e Galassi a muoversi molto prima guazzo-longobardi-infortunialla ricerca di una punta, magari di categoria che possa essere utile solo per sei mesi. Tutto dipenderà dall’esito di alcuni controlli, che permetteranno di capire quanto il giocatore dovrà rimanere fuori: se si tratterà di un paio di settimane di stop, con la possibilità di rivedere l’ex Entella ad inizio gennaio, allora tutto sommato nulla dovrebbe variare rispetto al piano originale. Se però (ed il timore in casa Parma è forte) si tratterà di un infortunio più rognoso, allora ecco che tutti gli scenari potrebbero cambiare rapidamente.

Al momento la situazione vede nella rosa di Apolloni la disponibilità del solo Musetti (in recupero), con le opzioni non trascurabili di Baraye (che sembra quasi dare il meglio in quella posizione) e Melandri. Ecco allora che anche le prossime due gare potrebbero essere importanti circa la decisione finale: i punti di distacco dalla seconda sono sette, e in caso di due vittorie l’attesa per il recupero degli infortunati si farebbe comunque più lieve, considerando che a gennaio aprirà anche il mercato dei professionisti, ed allora potranno essere fatte scelte molto più simili a quelle che erano le strategie iniziali. Tutto (o molto) sembra dipendere comunque dal responso che a Collecchio attendono nelle prossime ore, e non solo per Guazzo: tra qualche giorno arriveranno notizie importanti anche riguardo il recupero di Longobardi, ed allora si potrà avere un quadro molto più preciso.