MERCATO – CON CANINI LA SQUADRA È (QUASI) COMPLETA: SI CERCA UN ULTIMO COLPO? – IL PUNTO DI PFZ.IT

L’arrivo di Michele Canini, difensore classe ’85 arrivato con la formula del prestito biennale dall’Atalanta (e lui ha firmato con il Parma un biennale con opzione per il terzo anno, quando terminerà il suo contratto con la società bergamasca), ha di fatto riempito l’ultimo slot a disposizione in rosa per quanto riguarda gli over. Non è detto però che il mercato sia chiuso qui. Andiamo dunque a fare il punto della situazione.

canini-parmaLA SITUAZIONEIl Parma in questo momento ha in rosa 16 over, ovvero il massimo consentito dai regolamenti della Lega Pro. C’è poi il fattore Longobardi, che ieri è tornato in campo dopo alcuni mesi, al quale però non è stato assegnato il numero di maglia per la prossima stagione: probabile che il Longo sceglierà di accettare una delle offerte ricevute da club di Serie D. I 16 over sono suddivisi così: sei difensori (Lucarelli, Coly, Benassi, Canini, Garufo, Nunzella), cinque centrocampisti (Giorgino, Corapi, Miglietta, Scavone, Baraye) e cinque attaccanti (Evacuo, Calaiò, Guazzo, Nocciolini, Melandri).

I GIOVANI – È probabile che la dirigenza crociata aggiunga alla rosa attuale qualche giovane: un difensore e forse un centrocampista. Non c’è infatti un numero limite per gli under da inserire nella lista, e dunque c’è ampio spazio di manovra. Dovrebbero quindi arrivare un paio di talenti dalle primavere delle squadre di Serie A, giocatori pronti a rendersi utili in qualsiasi momento all’interno di una stagione lunga e ricca di insidie.

IL GIOCATORE BANDIERA ED UNA POSSIBILE CESSIONE – Nonostante il tetto degli over sia stato raggiunto, il Parma resta comunque vigile sul mercato con l’intenzione di aggiungere un ulteriore tassello alla rosa a disposizione di Apolloni. Prima di acquistare un altro giocatore d’esperienza, però, qualcosa deve bellaria-scala-minotti-galassinecessariamente accadere. Se Lucarelli dovesse essere considerato giocatore-bandiera, e a riguardo la Lega Pro si esprimerà nei prossimi giorni, il Capitano crociato potrebbe venire inserito nella lista senza essere considerato un over, liberando così un altro slot in rosa. Se ciò non accadesse, c’è un solo modo per liberare un posto: una cessione. Difficile che possa partire un difensore, come del resto attualmente sembra complicato che possa partire un attaccante: Guazzo ha iniziato al meglio la stagione, e la sua volontà è quella di restare. Idem per un centrocampista spesso dato in partenza come Baraye: il senegalese ieri ha dimostrato (ma deve farlo anche nel lungo periodo, cosa che gli è sempre mancata) di poter svolgere benissimo il ruolo di mezzala, e nelle sue dichiarazioni si intuisce che la voglia di rimanere a Parma sia davvero forte, quasi quanto la necessità di giocare ed essere al centro del progetto tecnico crociato. Il rebus dunque passa anche da qui: qualcosa dovrà per forza succedere affinchè arrivi un nuovo rinforzo. Sempre, questo è ovvio, che alla fine si decida di aggiungere ancora qualcosa ad una rosa che comunque può considerarsi completa. Minotti e Galassi continuano a riflettere sulla situazione, cercando di capire che spazio di manovra possono sfruttare e consci del fatto che un input importante potrebbe arrivare dalla Lega in questi giorni. Se non dovesse passare il discorso legato al giocatore bandiera, si valuterà allora anche la volontà da parte di tutti i giocatori in rosa di rimanere e giocarsi le proprie carte a disposizione, assecondando eventuali richieste di lasciare il gruppo per trovare maggiore spazio altrove. Insomma, la squadra è praticamente completa, ma non è detto che non possa accadere qualcosa in queste ultime due settimane di mercato…