MELANDRI: “DOBBIAMO CONTINUARE COSI’, TESTA ALLA RIBELLE E MALE CHE VADA ARRIVEREMO A FORLI’ A +9” – VIDEO

Ha segnato il gol che ha rotto gli equilibri dell’incontro, trovando un’altra rete da aggiungere alla sua “collezione”. Micio Melandri si è presentato in sala stampa al termine della gara per analizzare la vittoria del Parma sulla Clodiense.

Ecco il video e la trascrizione delle parole dell’attaccante crociato:

Non siamo stati brillanti come altre volte, siamo stati bravi a sbloccare nel primo tempo ma abbiamo fatto un po’ fatica anche all’inizio del secondo. Poi l’aiutino del portiere sul gol di Musetti ci ha un po’ liberati, poi dopo il terzo gol è andato tutto in discesa. Abbiamo concesso qualche ripartenza di troppo, è stato pronto Zommers che ha fatto due belle parate. Sicuramente ci serviva la vittoria dopo due pareggi non troppo convincenti. Dobbiamo pensare alla Ribelle ed a ottenere altri tre punti. Il pareggio tra Forlì ed AltoVicentino? Era il evidenza-clodienserisultato che speravamo, ora sono a nove punti, noi dobbiamo vincere contro la Ribelle e vedremo cosa faranno loro a Correggio. Non si possono vincere tutte le partite, sappiamo che chiunque gioca contro di noi dà l’anima, non è un caso che il Mezzolara dopo il pari con noi ha perso, idem per la Correggese. Lo sappiamo, non dobbiamo innervosirci se non sblocchiamo le partite, dobbiamo fare il nostro gioco, giocare anche sulle palle sporche quando non è possibile anche giocare a calcio. Il gol? Era qualche partita che non segnavo, dà sempre fiducia e morale ed è stato importante perchè ha sbloccato una gara dove non stavamo facendo benissimo fin lì. L’arbitro mi ha ammonito perchè ha detto che non potevo arrampicarmi. Io però gli ho detto che sono nano, e non mi vedevano se no… Non so se fosse in fuorigioco, ma Musetti è stato bravo a lasciarmi la palla ed io freddo a segnare. Dobbiamo continuare per la nostra strada, continuare e vincere con la Ribelle ma sono le altre che devono sperare nei nostri passi falsi, noi dobbiamo giocare per vincere come abbiamo sempre fatto. Quella del gol è una giocata che avevamo preparato perchè ne avevamo già parlato con Giorgino. Come prima dell’AltoVicentino era quella la gara clou, ora la classifica dice che sarà quella con il Forlì. Sicuramente non dobbiamo toppare prima quella contro la Ribelle, per presentarci male che vada a +9, ma saranno loro a dover giocarsi il tutto per tutto“.