MAZZOCCHI: “VORREI FAR PARTE DI QUESTO PROGETTO PER ARRIVARE PIÙ IN ALTO POSSIBILE” – VIDEO

Mancano due giorni al rompete le righe e all’inizio delle vacanze per i giocatori crociati, che hanno terminato anzitempo la stagione dopo l’eliminazione dalla fase finale della Poule Scudetto. Lucarelli e compagni si alleneranno fino a venerdì pomeriggio, in attesa di capire quelle che saranno le scelte della società. Questa mattina, al Centro Sportivo di Collecchio, ha parlato Pasquale Mazzocchi, esterno della formazione di Apolloni

Ecco il video e la trascrizione delle parole del giocatore crociato:

La delusione per essere usciti dalla Poule Scudetto? Siamo usciti delusi, domenica, ma ci abbiamo messo tutto il nostro impegno. È andata male, ce ne dobbiamo però fare una ragione dopo una stagione del genere non possiamo farci niente. Ora alziamo la testa ed andiamo avanti. Qui a Parma non ho trovato soltanto degli amici ma ho trovato anche una legnago-mazzocchi2seconda famiglia. Ho imparato tantissime cose, ma la cosa importante è essere felici di ciò che abbiamo fatto ed andare avanti così. Il futuro? Non lo so, sono decisioni che ancora devono essere prese. Adesso ci sono questi due allenamenti, poi venerdì romperemo le righe e ci faranno sapere qualcosa. Adesso però non so veramente nulla. I miglioramenti difensivi? Di sicuro sono cresciuto tantissimo, sia a livello calcistico che soprattutto a livello umano. Quando si viene in società come queste la cosa importante è comportarsi bene, che è quello che sto facendo finora, poi a livello calcistico sto imparando davvero tanto con Mister Apolloni e con i compagni che sono di un’altra categoria. La mia amicizia con Walter Rodriguez? Con lui rimaniamo sempre qui da soli quando durante i weekend gli altri tornano a casa dalle loro famiglie, però ho legato con tutti, come ho detto prima ho trovato una seconda famiglia. Il legame con i tifosi? Negli allenamenti cerco di dare sempre il massimo, perchè diciamo che se non dovessi giocare a calcio so cosa mi aspetterebbe a casa. Quindi cerco di dare il massimo ad ogni allenamento, i tifosi sappiamo che stanno assistendo ad un calcio che non è il loro. Vorrei far parte di questo progetto per arrivare più in alto che possiamo perchè questi tifosi meritano altro. Le differenze tra la D e la Lega Pro? A livello calcistico le differenze sono tante, veramente tante. Sia a livello tattico che a livello tecnico. È più dura la Lega Pro, c’è molta più cattiveria e competizione”.