MAXISCAMBIO SASSUOLO-PARMA – Piovono conferme

Un fulmine a ciel sereno. Si, senza esagerazioni, è un vero e proprio fulmine quello scagliato da Gianluca Di Marzio, nella notte tra ieri e oggi, che ha colto di sorpresa i tifosi crociati. Sassuolo e Parma, infatti, starebbero definendo i dettagli di una maxi-operazione di mercato, che interessa ben 5 giocatori: Mendes, Rosi e Sansone per il Parma, Schelotto e Rossini per il Sassuolo.

maxiscambiosassparmaIL MAXISCAMBIO: Si tratterebbe di uno scambio decisamente corposo, e sarebbe ormai in via di definizione: da più fonti, infatti, arriva l’indiscrezione secondo la quale mancherebbe addirittura solo il sì definitivo da parte di Squinzi e di Ghirardi, i Presidenti delle due società. Ballano ancora le cifre e le modalità dell’affare, anche se sembra che Sansone e Mendes verrebbero ceduti in comproprietà (il Parma, quindi, si priverebbe “soltanto” della metà del loro cartellino), mentre per Rosi si parla di prestito con diritto di riscatto (probabilmente della comproprietà). Al Parma, in cambio di questo “bastimento carico di…si trasferirebbero sia Schelotto che Rossini, accompagnati da un conguaglio economico che si aggirerebbe tra i 3 e i 4 milioni (3 per Di Marzio, massimo 4,2 per Alfredo Pedullà).

gdpscambioPIOVONO CONFERME: Come detto in precedenza, la conferma che l’affare sia molto ben avviato arriva da più parti. Secondo Alfredo PedullàRosi, Sansone e Schelotto hanno già cambiato maglia“, mentre per Mendes e Rossini mancherebbe ancora qualche dettaglio. Anche Di Marzio conferma: “Il maxi-scambio è in via di definizione, si sta chiudendo a Collecchio. Parma-Sassuolo, asse bollente“, mentre ParmaLive.com sostiene di aver raccolto indiscrezioni che vorrebbero l’affare ormai in via di conclusione, specificando però che le firme arriverebbero “non prima di lunedì“.

squinzismsCOSA MANCA PER CONCLUDERE: Cercando di leggere tra le righe, la sensazione è che se per Schelotto non ci sia nessun problema (l’argentino – come riporta la Gazzetta di Parma – è al Sassuolo in prestito, mentre il suo cartellino è di proprietà dell’Inter, società con la quale il Parma è in ottimi rapporti), per Jonathan Rossini si stia aspettando la conferma da parte della Sampdoria, che possiede la metà del suo cartellino. Nulla di impossibile, anzi, però sembra che il lascia passare da parte dei doriani non sia ancora arrivato anche se sembra questione di tempo. Il vero nodo, invece, sembra quello del conguaglio. Le due parti non sembrano lontane, però è ovvio che il Parma punterà ad ottenere più soldi possibili. La sensazione è che a 3,5/4 milioni si possa concludere.

dimarzioscambioI TIFOSI INSORGONO SUL WEB: Tutto si può dire di Nicola Sansone, ma di certo nessuno può negargli il fatto di essere particolarmente amato dalla tifoseria crociata. Dopo l’insurrezione di agosto, staremo a vedere se ci sarà la rivolta di gennaio. Anche la cessione di Mendes (metà del suo cartellino, tuttavia, resterebbe di proprietà del Parma) e di Rosi (in prestito) starebbe suscitando parecchi malumori, soprattutto nelle varie piazze virtuali dove normalmente i tifosi crociati si trovano a commentare le vicissitudini della squadra di Donadoni. Una cosa è chiara: se davvero l’affare dovesse andare in porto il Parma porterebbe a casa una boccata d’aria fresca dal punto di vista economico (con buona pace del nostro Economist che aveva di fatto escluso la possibilità della cessione di Sansone), anche se le dichiarazioni delle ultime settimane erano più inclinate verso la possibile conferma di tutto il gruppo formato da 14/15 giocatori che Donadoni ha maggiormente utilizzato durante l’andata. Certo, non si è mai escluso la possibilità di vendere qualche giocatore di fronte ad un’offerta irrinunciabile, però quella che trapela dai vari protagonisti di Radio Mercato non sembrerebbe proprio irresistibile. Staremo alla finestra, fino a quando non si sapranno le cifre (sempre che lo scambio si faccia), non ha senso fare determinate riflessioni.

ALTRI AFFARI: Pigliacelli, giovane portiere del Parma, è passato in prestito alla Reggina. Dell’interesse del Chievo su Munari ci ha parlato anche Simone Antolini, giornalista de L’Arena di Verona, nell’intervista che ci ha rilasciato, ricordando che Gianni è un pallino del Ds del Chievo Sartori. Il suo agente, Pocetta, ha però dichiarato ai microfoni di ParmaLive.com che il giocatore sarebbe intenzionato a restare in terra emiliana.

L’Editorialista