MANENTI: “I TEMPI SONO STRETTISSIMI, MA ORA TOCCA A NOI: AL PARMA SERVONO I FATTI”

manenti-tvCancellati gli ultimi punti interrogativi sul fatto che Giampietro Manenti sia il nuovo proprietario del Parma, ora i tifosi e l’ambiente attendono una conferenza di presentazione, e soprattutto l’arrivo dei soldi promessi. Come riportato da StadioTardini.it e dalla Gazzetta di Parma, ieri il nuovo patron ha parlato con la squadra, rassicurando il gruppo sul fatto che verrà fatto il possibile per pagare gli stipendi arretrati nei prossimi giorni. Intervistato da ParmaToday, Manenti ha parlato di questa acquisizione e dei progetti futuri.

Ecco le sue parole:

Sembrava che i ragazzi ci aspettassero – ha detto Manenti a ParmaToday – perché ora, dopo tante parole, ci vogliono i fatti. Non abbiamo fatto chissà quali discorsi, abbiamo parlato con lo staff e i calciatori, non abbiamo raccontato storie perché di storie loro non ne hanno bisogno. Abbiamo detto poco, ma li abbiamo visti sorridenti quando siamo usciti. Buon segno, sono un gruppo di ragazzi straordinari che meritano tutto il nostro sostegno“.

Abbiamo accelerato i tempi, convocando l’assemblea totalitaria: tutti i soci di Eventi Sportivi e Parma Fc si sono incontrati. Una cosa del genere non si verificava da 5 anni. Abbiamo fatto così, altrimenti dovevamo aspettare gli otto giorni canonici. Il primo passo è quello di cambiare l’assetto societario, lavorare veloce e bene per avere le cariche giuste nelle due realtà, una nella controllante e una nella controllata, poi pagare gli stipendi, l’irpef e l’iva. Tutto quello che c’è da pagare. Una volta fatto questo, potremo lavorare più tranquilli. Io spero che da lunedì saremo operativi, e che da martedì cambi qualcosa presto. I tempi non sono stretti, di più, e noi contiamo di arrivarci abbastanza bene al giorno delle scadenze. Se tu hai soldi e non sei proprietario, fai quello che vuoi. Se sei proprietario sei anche responsabile moralmente. Ora tocca a noi“.

Gazprom? Il proprietario è Manenti, con la sua Mapi Group. Troveremo aiuti, certo, collaborazioni, ma non solo in Italia. Questo è quello che abbiamo in mente. Lunedì diremo tutto. Se è stato un affare? Dal punto di vista economico forse no, siamo arrivati in un periodo brutto, ma se tutto va come intendiamo, il lavoro del dottor Alborghetti darà i suoi frutti in termini di immagine e non solo. Rilanceremo il club. Ora non mi fate dire di più. Ai tifosi, per scaramanzia, voglio parlare a cose fatte. Loro hanno bisogno di sentirsi sicuri, speriamo di riuscirci“.