MANENTI, DAL BUFFET DEL TARDINI ALLA BENZINA MAI PAGATA: MA LA PACCHIA STA PER FINIRE

10919039_820206788052827_569117680783044654_nUn altro giorno è passato ma nulla è cambiato: la “corsa” di Manenti contro il tempo per cercare (anche se dobbiamo ammettere che ci sfugge un sorriso) di presentare delle garanzie alla Procura di Parma per evitare il fallimento sta per terminare. Nel frattempo continua la situazione di precarietà all’interno del club, con i dipendenti ancora costretti a fare la spesa nel vicino supermercato per provvedere di tasca loro (nonostante non percepiscano lo stipendio da mesi…) all’acquisto dei beni di prima necessità per il corretto funzionamento della sede crociata. Ma c’è un altro particolare non di poco conto che rende ancora più inverosimile la figura dell’attuale Presidente del Parma. Manenti, infatti, non ha ancora versato un euro nelle casse societarie, ma non disdegna assolutamente la possibilità di approfittarsi di alcuni comfort. E se il buffet consumato al Tardini faceva parte di ciò che il Parma ha comunque assicurato a sponsor e soci (buffet al quale hanno partecipato senza problemi tutti, da Manenti alla propria segretaria, da Alborghetti senior ad Alborghetti junior), la benzina dell’auto che lo scorrazza nei suoi fantomatici viaggi alla ricerca di garanzie non è di certo pagata da sponsor o dai famosi investimenti promessi da Manenti. Da gennaio, infatti, sono stati sospesi tutti i Telepass (che manenti-comune2almeno con Kodra erano ancora a carico della società), e da circa 15 giorni non viene nemmeno rimborsato il rifornimento di carburante. Proprio per questo motivo i viaggi di Manenti a bordo della “Volvo presidenziale” sono completamente a carico dell’autista, che è costretto a pagare benzina e pedaggio autostradale. Quella stessa benzina pagata per permettere al Presidente del Parma di essere presente al Tardini per assaporare i prodotti del territorio gentilmente offerti all’interno del proprio SkyBox, nel quale si trovava in qualità di proprietario di una società nella quale non ha versato un solo euro, ma grazie alla quale sta godendo di alcuni benefit che non meriterebbe. Manenti però stia tranquillo: ancora due giorni e, se tutto andrà come sembra, sarà finita la pacchia.