LUCARELLI: “A GENNAIO SI DECIDE L’80% DEL NOSTRO CAMPIONATO, SIAMO OBBLIGATI A FARCI TROVARE PRONTI” – VIDEO

Si è tolto pure la soddisfazione di battere il fratello, Cristiano, che era seduto sulla panchina del TuttoCuoio nell’amichevole che i crociati hanno vinto grazie alle reti di Lauria e Baraye. Al termine del test amichevole, Capitan Lucarelli ha analizzato la gara dando un segnale chiaro e forte a tutto l’ambiente in vista del girone di ritorno.

Cosa dirò a Cristiano stasera? Nulla, gli avevo già pronosticato il fatto che avrebbe perso, quindi c’è poco da dire… È stato un buon allenamento. Un Parma che vince e convince contro una squadra di Lega Pro? Più che altro perchè sono squadre che vengono a giocarsi la partita, ed avendo anche noi un po’ di spazi per fare le nostre giocate diventa tutto un po’ più facile e vengono fuori le nostre qualità. La domenica le squadre vengono qui a chiudersi, quindi diventa più difficile trovare spazi e giocate. L’importante è aver affrontato la gara nel modo giusto, questa era una partita che ci serviva più che altro sotto l’aspetto mentale per rimetterci in riga dopo le feste, e credo che abbiamo dato un’ottima risposta. Come vedo la squadra in vista della sfida di mercoledì? La squadra è obbligata a presentarsi pronta alla partita di mercoledì, perchè in questo mese si deciderà il nostro campionato. Ci sono quattro lucarelli-ale-tuttocuoiopartite, l’ultima con l’AltoVicentino, e secondo me si deciderà almeno l’80% del nostro campionato. Sono assolutamente da non sbagliare. Riparte il girone di ritorno, è come se fosse un campionato nuovo, dobbiamo pensare di ripartire da zero, e questo dev’essere l’atteggiamento. Con la cattiveria giusta per non voler dare spazio e morale alle altre squadre, che aspettano un nostro passo falso. Noi non dobbiamo permetterlo, dobbiamo andare avanti per la nostra strada. I giovani sono maturati rispetto alle amichevoli estive? Sicuramente, i miglioramenti ci sono stati, da parte dei giovani e da parte di tutti. Questo è positivo, dobbiamo portarlo avanti, con la nostra voglia di fare ed il nostro atteggiamento, che finora è stato impeccabile. Il Parma farebbe bene anche in Lega Pro? Si, sicuramente, per vincere il campionato di Lega Pro servirebbero innesti importanti, ma la base c’è, ed è anche molto solida. Queste partite confermano questo. Ma c’è tempo per pensare all’anno prossimo, dobbiamo vincere il campionato prima. Oggi abbiamo dato la dimostrazione di essere tornati con la testa sul nostro obbiettivo. È stata una gara che ci prepara a quella di mercoledì, abbiamo dimostrato di esserci ed ora puntiamo a presentarci contro l’Arzignano nel miglior modo possibile. Il mercato? Fino a questo momento nonostante alcuni infortuni non c’è stato il bisogno, poi sarà la società a fare le sue scelte. Magari qualche caratteristica particolare potrebbe servire, quindi sarà la società a scegliere e pensare se ci potrà essere bisogno. Abbiamo avuto tanti infortuni tutti assieme, ed abbiamo raccolto risultati lo stesso. Per questo dico che questa squadra già così è molto competitiva per l’obbiettivo che vuole raggiungere”.