LUCARELLI: “PRIMO STEP QUASI COMPLETATO, AVANTI COSI’. NON MI ASPETTAVO UN DISTACCO DEL GENERE”

Questa mattina la squadra al gran completo (a breve le foto su ParmaFanzine.it) ha fatto visita all’Ospedale dei Bambini di Parma, portando in dote alcuni regali per tutti quei bambini che passeranno il Natale all’interno della struttura ospedaliera. Poco prima della visita, Capitan Lucarelli ha incontrato la stampa per fare il punto della situazione.

Ecco le parole di Alessandro Lucarelli:

La nostra visita all’Ospedale? Sicuramente questo è un incontro al quale tengo in particolar modo, e spero che ci sia ogni anno. Oggi è particolarmente importante perchè in squadra abbiamo tanti ragazzi giovani, e sicuramente venendo qui diamo un sorriso a certi ragazzi che non stanno benissimo, ed allo stesso tempo può essere un motivo di crescita, perchè capiamo che siamo fortunati ad avere innanzitutto la salute, e dare un sorriso ad un bambino che in questo momento non sta bene credo che sia un arricchimento del proprio lucarelli-ospedalebagaglio emozionale. Che tutti i nostri giovani possano toccare con mano queste emozioni credo che sia molto importante per loro. Se è più il rammarico per quello che sarebbe potuto essere lo scorso anno o l’orgoglio per quello che sta accadendo ora? Il passato ormai va dimenticato, dobbiamo solo pensare al nuovo corso, c’è un grande entusiasmo e ci sono tutti gli ingredienti per creare un percorso importantissimo che ci riporti nelle serie più opportune. Bisogna andare avanti così, questo è un primo step, dobbiamo ancora completarlo. Abbiamo già fatto tanto ma dobbiamo ancora andare avanti per mettere il sigillo sul campionato e poi programmare gli anni futuri. Abbassare l’intensità visto il distacco? Non credo, e la conferma l’ho avuta domenica, dove per esperienza poteva essere una partita difficile perchè noi venivamo da una serie di risultati importante, avendo già un certo distacco, ed andare a giocare contro la penultima in classifica ci sarebbe potuta essere un po’ di rilassatezza. Questo non è successo, ed è stata una dimostrazione che questa squadra è matura ed ha voglia di vincere, di fare bene senza abbassare la guardia. Se mi sarei aspettato un distacco del genere prima della sosta? Io personalmente no, perchè pensavo che squadre come Forlì e AltoVicentino lottassero al nostro fianco fino almeno a metà girone di ritorno. In realtà così non è stato, noi abbiamo dato un’accelerata importante, loro non sono riusciti a starci dietro e quindi abbiamo preso questo margine che è importante, che sicuramente non è definitivo, perchè c’è l’ultima giornata di andata e poi tutto il girone di ritorno, quindi non si può mollare niente, cercare di chiudere il discorso promozione il prima possibile. La crescita dei giovani? Ne abbiamo tanti, e tutti bravi. Per questo va dato merito alla società che li ha acquistati, sanno di avere un’opportunità importante e ci stanno mettendo tutto quello che hanno. Seguono quelli più vecchi che li indirizzano nella strada giusta, e si è creata questa alchimia nella quale tutti sono a disposizione l’uno dell’altro, e la domenica i risultati si vedono. Che regalo chiedo a Babbo Natale? Sicuramente una vittoria per chiudere bene prima della sosta. Giocheremo contro una squadra che domenica scorsa ha ottenuto il risultato più clamoroso dell’intera giornata, e quindi questo ci servirà per alzare l’attenzione, per affrontarla con la testa giusta e per andare alla sosta di Natale tutti contenti e felici, mangiando un bel pandoro con serenità, cosa che purtroppo non è successa l’anno scorso. Siamo proiettati alla prossima domenica, poi ci faremo gli auguri tutti assieme, squadra, società e tifosi”.