LUCARELLI: “NOI LA LEPRE, LE ALTRE PERO’ INSEGUONO E CI DARANNO DEL FILO DA TORCERE FINO ALLA FINE” – VIDEO

A margine della presentazione di “Parma facciamo squadra” Alessandro Lucarelli ha fatto il punto su quest’inizio di stagione del Parma, ora che siamo arrivato all’undicesima giornata di campionato.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

“Il mio bilancio di quest’inizio? Sicuramente positivo, in classifica siamo lì davanti, abbiamo iniziato in fretta e furia però i risultati stanno arrivando da subito. Il tempo è dalla nostra parte, possiamo solo migliorare, dobbiamo solo continuare così, non abbassare mai la guardia perchè le squadre dietro non molleranno. Non conoscevo il campionato, ma sapevo che questo è forse il girone più difficile di tutta la Serie D, ci sono 4-5 squadre di ottimo livello, quindi sono convinto che ci daranno del filo da torcere fino alla fine. Noi siamo la lepre, tutti guardano a noi con la voglia di batterci, e per noi dev’essere uno stimolo. La rosa così ampia? Sicuramente la concorrenza stimola, perchè ognuno si gioca le sue carte. Se ci sono più giocatori di qualità il livello si alza. Questa è sana competitività, chi è venuto a Parma sapeva che arrivava in una squadra importante, quindi ha messo in preventivo eventuali scelte del Mister che vanno comunque rispettate. Il Parma ora fa più fatica nelle ultime gare? Ci sono anche gli avversari che magari ci fanno giocare male, venendo qui a giocare chiusi e così non troviamo gli spazi per fare un calcio bello a vedersi. Quando manca questo, ci sono tanti giocatori di qualità che con una giocata riescono a cambiare la partita. imageDomenica nel primo tempo siamo mancati sotto l’aspetto dell’intensità e contro squadre chiuse se non ti muovi velocemente fai fatica ad andare in porta, nel secondo tempo siamo rientrati con un piglio diverso e pur non facendo grandissime cose è bastato il cambio d’atteggiamento per portare a casa i tre punti. Sicuramente dobbiamo essere perfezionisti e guardare sempre quello che non va, lavoreremo su questo per essere anche belli oltre che vincenti. Ci sono però anche tutte le altre squadre che fanno di tutto per non farci giocare, quindi diventa anche difficile proporre un bel gioco. Sto guidando la difesa meno battuta d’Italia? Dopo anni di imbarcate finalmente un po’ di soddisfazione – ride – non mi era mai capitato di prendere così poche reti. È un dato che mi fa piacere, ci da sicurezza e forza e che condivido con tutti i compagni. La squadra ha un grande equilibrio e grande forza. Nella rosa ci sono giocatori importanti per la categoria. San Marino ha chiesto di giocare a Reggio Emilia? Mi augurerei di giocare lì, ci darebbe grande stimolo, sappiamo cosa voglia dire per i tifosi giocare lì, quindi mi auguro che si giochi lì perchè ci sarebbe un ambiente molto caldo che non potrebbe farci che bene. L’importante è che continuiamo a fare bene, con questa mentalità e con la voglia di migliorarci sempre. Ora giochiamo a Carpi contro la Virtus Castelfranco? Oggi dicevo ai ragazzi di non abituarsi troppo bene, perchè tra il Tardini, il Cabassi, il Mapei Stadium… Poi si montano la testa… – ride – fa piacere giocare in bei campi, a parte gli scherzi, perchè ci permettono di proporre il nostro gioco”.