LUCARELLI: “FINORA ABBIAMO FATTO VEDERE AI NOSTRI TIFOSI UNO SPETTACOLO INDEGNO” – VIDEO

A nome di tutta la squadra al termine dell’incontro con l’Ancona che ha visto i crociati uscire sconfitti al Del Conero per 2-1, ha parlato Capitan Lucarelli. A lui è toccato il compito di analizzare la situazione.

Ecco il video e la trascrizione delle sue parole:

“Diventa anche difficile obiettivamente commentare la partita. Qui bisogna guardare in faccia alla realtà in questo momento, e prendersi la responsabilità di quello che siamo oggi, ovvero una squadra in difficoltà. C’è poco da dire e commentare. È inutile commentare la partita, non serve a niente. Siamo in difficoltà, questo è un dato di fatto. Dobbiamo lavorare, stare zitti, parlare il meno possibile e vengo io a nome della squadra. Dobbiamo chiedere scusa ai nostri tifosi, ai diecimila abbonati, a chi ci ha sempre seguito in trasferta, perchè fino ad oggi abbiamo fatto vedere uno spettacolo indegno. Non ho altro da dire, sono sincero. Credo che corteo18-lucarellisotto l’aspetto dell’impegno, della volontà, non mi sento di rimproverare niente ai miei compagni, perchè magari ci fossero dei menefreghisti o dei figli di puttana perchè lì avrei attaccati al muro, ma sono bravi ragazzi in difficoltà. Bisogna venirne fuori. Dobbiamo cercare solo di venire fuori il prima possibile da questa situazione. Ringrazio Morrone per questi tre giorni, ha toccato le corde giuste alla squadra, ha fatto vedere la sua voglia e la sua fame. Ci dispiace non avergli dato una soddisfazione, ci ha messo il cuore. Cosa mi aspetto dal futuro? Dobbiamo ripartire da zero e ricominciare tutto da capo. Dalle cose più semplici per cominciare ad essere una squadra. Da quello dobbiamo ripartire, la società farà le sue valutazioni, e noi quando avrà sistemato le cose dovremo metterci a Collecchio dalla mattina alla sera per essere una squadra, perchè dall’inizio dell’anno non lo siamo mai stati. Se si poteva aggiustare prima? Questo non sta a me dirlo. Le problematiche c’erano, sono venute fuori piano piano con l’inizio del campionato. Abbiamo provato ad andarci sopra ai limiti e ai difetti di mercato, a volte ci siamo riusciti ed a volte no. Le responsabilità sono però anche della squadra che va in campo. Oggi non stiamo rendendo per quello che questa maglia merita. Dobbiamo avere la voglia di venirne fuori. A fine gara sono saltati tutti gli schemi, e c’era troppa frenesia, ed è un problema che abbiamo dall’inizio. Purtroppo a noi in questo momento ci serve un’organizzazione di gioco, delle sicurezze che oggi non abbiamo. A livello psicologico questo ti porta a sbagliare e a fare errori. Non credo che ci voglia uno psicologo, ma una persona che ci dia un’identità, che ci faccia diventare squadra. Con tutti i difetti e le mancanze che abbiamo questa non è una squadra che si tira indietro. Cerchiamo di dare tutto, anche stasera nessuno si è risparmiato. Il problema è che siamo in difficoltà”.