Lucarelli banditore d’asta d’eccezione per Chanel Bocconi

Ieri sera, nella sala stampa dello stadio Ennio Tardini, si è svolta un’asta benefica a favore della piccola Chanel Bocconi. Una bella occasione di solidarietà, organizzata dall’associazione di volontariato A Help For You, in collaborazione con Banca Mediolanum e la partecipazione del Parma FC. L’asta ha visto la presenza di un banditore d’eccellenza: il capitano dei gialloblu-crociati Alessandro Lucarelli.

asta2La serata si è aperta con la presentazione dell’evento da parte del Dott. Paolo Salati di Banca Mediolanum che, visibilmente emozionato, ha voluto sottolineare che iniziative come questa fanno parte di quei piccoli grandi gesti che è possibile realizzare per rendere la società migliore e per cercare di mettere a disposizione delle persone più deboli degli strumenti per aumentare la qualità della vita. La parola, poi, è passata al presidente di A Help For You Carlo Zucconi che ha introdotto la sua associazione di volontariato e ha spiegato ai presenti la finalità della serata organizzata al Tardini. Per prima cosa, Zucconi, ha voluto fortemente ringraziare chi ha reso possibile la realizzazione dell’evento: “Ringrazio innanzitutto il Dott. Salati di Banca Mediolanum senza il quale non sarebbe stato possibile essere qui, questa sera. Ma voglio anche mandare un fortissimo ringraziamento al presidente del Parma FC, Tommaso Ghirardi che, con molta disponibilità, ci ha messo a disposizione questo bellissimo stadio e ci ha dato la possibilità di avere un ospite eccellente come il capitano del Parma Alessandro Lucarelli“.

asta3Zucconi ha introdotto l’asta benefica, spiegando che l’intero incasso sarebbe stato immediatamente devoluto per aiutare la piccola Chanel Bocconi (presente assieme alla sua famiglia) ad avere accesso alle costosissime cure di cui ha bisogno, a Boston negli Stati Uniti. Zucconi ha, inoltre, spiegato i futuri progetti di A Help For You:”siamo nati come associazione, in modo spontaneo, nel 2004 a Solignano. L’associazione vive esclusivamente delle prestazioni gratuite dei suoi volontari iscritti e lo scopo principale che ci siamo prefissi è quello del miglioramento, attraverso iniziative di varia natura, delle condizioni vita delle fasce più deboli della cittadinanza. Negli anni ci siamo occupati, autogestendoci e autofinanziandoci, alla lotta alla discrimazione delle persone più bisognose, distribuendo pasti gratuiti, fornendo vestiario e medicinali di primo soccorso. Abbiamo promosso corsi di formazione gratuiti per aiutare i cittadini stranieri con progetti di alfabetizzazione e insegnamento della lingua italiana. In questi anni abbiamo girato molte città italiane e parlando con migliaia di brave persone ci siamo accorti che i cittadini italiani chiedono che ogni comune abbia a disposizione un centro di prima accoglianza destinato al sostegno di singoli o famiglie che assolvesse a funzioni di tutela di disoccupati, senzatetto, minorenni in pericolo e tutti quei soggetti bisognosi di aiuto. Il nostro progetto futuro è appunto quello di avviare un percorso per arrivare alla costruzione, a Parma, di una struttura di questo tipo. E’ un progetto molto ambizioso, c’è bisogno dell’aiuto delle istituzioni e dei cittadini. Ci piacerebbe molto dedicare questo centro d’accoglienza a Pietro Barilla e Carlo Gabbi“.

asta4Dopo l’introduzione da parte del presidente Zucconi si è poi svolta l’asta vera e propria che ha visto Alessandro Lucarelli nei panni di incontenibile e simpaticissimo banditore. L’entusiasmo del capitano del Parma ha coinvolto tutti e nel giro di poco tempo sono stati battuti pezzi come la tuta ufficiale e il piumino ufficiale Erreà del Parma, le magliette crociate di Gargano, Cassano e Rosi, una vecchia maglietta d’allenamento appartenuta a Giuseppe Rossi, etc. Lucarelli si è anche trasformato in acquirente quando ha aquistato personalmente il pezzo più pregiato della serata: una magnifica crociata di colore gialloblu del 1970 appartenuta a Carletto Ancellotti.

Il ricavato della vendita di tutti questi oggetti è stato donato, immediatamente come atto di assoluta trasparenza, alla famiglia di Chanel. Una splendida serata di solidarietà.

Le fotografie sono a cura di Federica De Masi.