LUCARELLI: “ABBIAMO CREATO TROPPO POCO: SPRECATA UNA GRANDE OCCASIONE”

Sconsolato. Non esiste altro aggettivo per descrivere il volto di Alessandro Lucarelli, unico giocatore del Parma che si è presentato nella Mixed Zone del Tardini per rispondere alle domande dei giornalisti. Il Capitano crociato ha analizzato la gara in maniera molto razionale, con una realtà che mai come oggi è cruda e difficile da digerire.

lucarelli-post-cagliariEcco le sue parole, raccolte dai microfoni di ParmaFanzine.it:

Abbiamo fatto fatica, abbiamo creato poco, e c’è poco da dire: abbiamo perso un’occasione importante per accorciare sulle altre. Ci abbiamo provato con le nostre possibilità, e purtroppo non siamo riusciti a portare a casa la vittoria. Tra l’altro c’è stato poi l’infortunio di Jorquera, appena è entrato: i cambi erano finiti ed abbiamo giocato praticamente in dieci non so per quanto tempo. C’è stato quindi un altro episodio negativo a nostro sfavore. C’è dispiacere perchè quella di oggi era una grande occasione, non siamo riusciti a portare a casa il risultato. Prepariamoci per Napoli, c’è da voltare pagina e pensare alla prossima”.

Noi rispetto alle altre volte abbiamo creato poco. In altre occasioni, anche con squadre più forti del Cagliari, eravamo riusciti a creare le nostre occasioni, mentre oggi abbiamo fatto fatica. Onestamente non ricordo nemmeno un’azione da gol nostra, e questo è significativo. In questo momento siamo questi, speriamo di fare punti a Napoli, e speriamo che venga qualcuno a darci una mano, e di recuperare tutti gli infortunati per provare il grande miracolo, ovvero centrare il quart’ultimo posto. Con questi giocatori è difficile salvarsi? Noi saremo anche una buona squadra, se fossimo al completo. A dispetto degli altri abbiamo un aspetto psicologico che non è facile, perchè essere ultimi ci condiziona. La squadra al completo può salvarsi, ora è tutto più difficile. Speriamo di fare risultato a Napoli, e poi a bocce ferme fare il punto della situazione per risollevare questa squadra. Una cosa che abbiamo dalla nostra parte è il tempo, ci sono tante partite, ma dobbiamo metterci a posto ed essere al completo“.

cagliari-evidenzaIl cambio societario? Sicuramente il fatto di avere una società solida alle spalle aiuta. Non siamo ultimi per questioni societarie, ma perchè in campo ci andiamo noi, e quindi le responsabilità sono nostre e dell’allenatore. L’aspetto tecnico è da migliorare. Abbiamo saputo che c’è stato questo avvicendamento societario, che sicuramente ci ha dato nuovi stimoli. Speriamo che i nuovi proprietari ci aiutino ad intervenire dove c’è bisogno, per cercare di migliorare la rosa e di fare il miracolo. Il rientro di Paletta? Per noi è un punto di forza fondamentale, come lo sono Biabiany e Cassani. Abbiamo dovuto fare a meno di loro fino ad oggi, e mi auguro che i primi tre acquisti più importanti siano proprio loro”.