LUCARELLI: “DISPIACE PER LA SCONFITTA, NON LA MERITAVAMO MA BISOGNA PRENDERNE ATTO” – VIDEO

Al termine della sfida contro il Gubbio, che ha visto il Parma raccogliere la prima sconfitta stagionale, si è presentato in sala stampa il Capitano crociato, Alessandro Lucarelli, che ha analizzato la gara pochi minuti dopo il triplice fischio finale.

Ecco il video e la trascrizione delle parole del Capitano dopo Gubbio-Parma:

Dispiace, perchè per quello che abbiamo visto in campo sicuramente non meritavamo la sconfitta, abbiamo avuto tantissime palle gol, due o tre clamorose, quindi c’è poco da rammaricarsi, se non per qualche errore sia in fase difensiva che in fase offensiva. Siamo partiti bene, nei primi quindici minuti abbiamo avuto un paio di occasioni, e poi siamo un po’ scemati. È venuto fuori il Gubbio, però diciamo che è stato un primo tempo equilibrato, nel secondo poi eravamo sotto, siamo partiti con il piede giusto, l’abbiamo pareggiata, poi c’è gubbio-evidenzastato questo secondo gol loro, però non ci siamo abbattuti, e da quel momento in poi abbiamo sprecato una serie incredibile di occasioni, ma purtroppo non siamo riusciti a buttarla dentro. Dispiace perchè ci tenevamo a questa competizione, non tutto è da buttare, abbiamo una piccola speranza di potercela fare, ora ci prepareremo per domenica. Nel primo assaggio di Lega Pro il Parma ha perso? Quando vai ad incontrare le squadre che hanno vinto nei rispettivi gironi la qualità e le difficoltà aumentano. Se guardiamo la prestazione non meritavamo di perdere, però il risultato dice questo e dobbiamo prenderne atto. Il Gubbio forte in difesa? Erano un’ottima squadra, dietro erano possenti e quadrati, però lo sapevamo, partite facili non ce ne sono, se hanno vinto il loro girone vuol dire che hanno delle qualità sia fisiche che tecniche. Noi abbiamo dimostrato di essere un’ottima squadra, abbiamo creato tante occasioni ma l’abbiamo persa e dispiace. In spogliatoio qualcosa ci siamo detti, perchè un’eventuale vittoria con diversi gol di scarto contro la Sambenedettese terrebbe aperto un piccolo spiraglio a seconda del risultato dell’ultima. Dispiace di aver perso, eravamo imbattuti e potevamo rimanerlo anche oggi in base a quello che abbiamo visto sul campo. La sconfitta però è arrivata e bisogna guardare avanti. Nelle ultime tre giornate di campionato, nonostante la vittoria del campionato, siamo scesi in campo con la testa giusta, magari siamo alla fine, un po’ di stanchezza arriva, e sicuramente i ritmi sono stati più bassi, ma a parte gli errori la partita è stata buona“.