LODI: “A PARMA STO BENE, LA SCALATA E’ DIFFICILE, MA LA SODDISFAZIONE SARA’ DOPPIA”

Volevamo dedicare questa vittoria al Professor Delsignore, augurandogli una pronta guarigione, ed il nostro pensiero va anche ad Angelo Manfredini, colpito dalla scomparsa della moglie Claudia“. Inizia così il confronto tra Lodi ed i giornalisti nella Mixed Zone dello Stadio Tardini. Un’ottima prestazione, quella del regista crociato, che ha lottato e corso moltissimo.

Ecco le sue parole, raccolte da ParmaFanzine.it:

fiorentina-evidenzaIo faccio sempre del mio meglio. Ultimamente sono stato un pochino pizzicato sia dalla stampa che dalla gente, ma ci sta, perchè forse da me si aspettano qualcosa di importante. Ma è giusto che si sappia che nelle ultime partite ho giocato con dei problemi fisici ma non mi sono mai tirato indietro. Sono qui, mi trovo benissimo, non vedo modo di rompere con la piazza, perchè è una città che mi ha accolto bene, mi auguro di ripartire da questa partita fino alla fine del campionato. La svolta societaria? Noi abbiamo conosciuto il Presidente Giordano, la società è cambiata ma a noi queste cose non devono interessare. Pensiamo solo al lavoro quotidiano, mettendolo in campo come si è visto oggi, e penso che questa partita ci debba dare le basi per continuare questa scalata, difficile ma molto bella, perchè se si raggiunge un obbiettivo in queste condizioni la soddisfazione è doppia. Il gol? Abbiamo provato in settimana, abbiamo dei saltatori bravi di testa, bisogna sfruttare ogni minimo particolare”.

Lila? Io l’ho visto molto bene, ha grande gamba, grande voglia, grande temperamento, e penso che giocatori che hanno questo spirito possono darci una grande mano. Specialmente i giocatori che hanno la mente libera, rispetto a noi che abbiamo ingoiato certe cose che sono successe finora. I giocatori che verranno saranno ben accolti da parte nostra, ma ci devono dare una mano, sapendo che a Parma si può fare calcio, però bisogna lottare per questa maglia. Bisogna fare di tutto per mantenere la Serie A. I problemi fisici? Ho benedetto le feste di Natale… Ho fatto una settimana di riposo, e penso di essermi presentato all’inizio di quest’anno senza problemi, e mi auguro che non ci siano altri infortuni nè miei nè per i miei compagni. L’importante è che poi uno cerchi di sbagliare il meno possibile, ma ci sono anche gli avversari. Io mi auguro di sbagliare sempre il meno possibile per aiutare i miei compagni a tirarsi fuori da questa situazione“.

lodi-fiorentinaIl mercato? Io leggo dai giornali, “Lodi è stato bocciato dal Parma”. Non vorrei essere polemico, ma mi avete bocciato voi giornalisti, perchè la società mi ha ribadito la fiducia in me. Io qui sto bene, so che sono in prestito con diritto di riscatto, ma penso che la voglia di rimanere al Parma ci sia da parte mia, mi auguro che sia lo stesso per la società e per chi mi vuole ancora a Parma. Noi abbiamo conosciuto Giordano, il cambio di proprietà ci può dare solo che un motivo in più per fare bene, ma non ne avevamo bisogno: noi andiamo in campo per raggiungere la salvezza. Una prestazione come quella di oggi aiuta tanto, perchè è vero che da me ci si aspetta un gol su punizione, un assist, ma nell’arco di una partita capita anche di saper soffrire con tutta la squadra, ed oggi l’esempio lampante è stato quello di Antonio Cassano che rincorreva tutti, e se lo fa Antonio, lo può fare Lodi e lo può fare chiunque. Nocerino? Si parla di lui, di altri giocatori. Hanno tutti un grande curriculum, ma servono giocatori con una grande voglia di lottare, e penso che i nomi che sono stati fatti abbiano voglia di lottare con noi. Sono in questa città da quattro mesi, e mi trovo benissimo. Mi auguro di lottare fino alla fine per un traguardo importante da regalare alla città“.