LEONARDI: “E’ UN’ANNATA PERICOLOSISSIMA. DOBBIAMO CAMBIARE TESTA: OBBIETTIVO 40 PUNTI”

udinese-evidenzaNon cerca scusanti Pietro Leonardi al termine di Udinese-Parma. Nella Mixed Zone dello Stadio Friuli l’Ad crociato si è concesso alle domande dei giornalisti.

Ecco le sue parole:

“Se sono preoccupato? Quando gira così, con i nostri limiti e difetti, bisogna essere preoccupati. Dobbiamo cambiare rotta, e per farlo dobbiamo cambiare testa. In campo dobbiamo scendere con la sciabola e non con il fioretto. La stagione scorsa è morta e defunta. Siamo in un momento così, da codice rosso, per gli infortuni, per gli episodi, e per tutta una serie di errori. Dobbiamo ripartire tutti, ed io per primo, pensando che dobbiamo arrivare ai 40 punti, perchè se questo è il trend tra infortuni ed episodi dobbiamo pensare che questa è un’annata pericolosissima. Le assenze in difesa? Non mi va di dare una responsabilità a chi ha giocato, perchè ci ha messo l’impegno. Non dimentichiamo però che loro ogni volta che sono andati in attacco hanno fatto gol, nel terzo un difensore si è inventato una rovesciata in quel modo…. Gira così, ora dobbiamo essere ancora più essenziali. C’è bisogno di tutto l’ambiente, di tutti i nostri tifosi per dare una mano a spingerci e tirarci fuori dal problema. Mauri? Lo conosciamo bene, sappiamo le qualità che ha, e siamo fiduciosi. Oggi poteva fare due gol e se non lo fermavano fallosamente nel caso del rigore avrebbe potuto farne addirittura tre. Alla fine era uno di quelli che non mollava, e di questo dobbiamo essere contenti di lui”.